Saturday, Jan. 18, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 25 Apr 2013

|

 

IPO 10 – Thomas Kremser si racconta

IPO 10 – Thomas Kremser si racconta

Area

Vuoi approfondire?

Thomas Kremser forse non è un nome che dice tantissimo a chi segue i tornei da casa, ma per i giocatori professionisti, e soprattutto per chi lavora in sala, è davvero una leggenda.

Tournament Director delle prime sette stagioni EPT e impegnato in numerosi altri tornei e tavoli televisivi nel corso degli anni, Kremser è una delle figure più importanti nello sviluppo dei tornei di poker dei circuiti europei: come avere un Jack Effel dalla nostra parte del Pacifico. Forse meglio.

“E’ la figura più professionale con cui ho mai lavorato” ci confida Christian Scalzi, direttore di questo Italian Poker Open 10. “Ho lavorato per tre anni con TK Poker Events e non c’è stata una volta che lo abbia visto sotto pressione

Mantenne la calma persino all‘EPT Berlino 2010, quando il Casinò fu vittima di una rapina a mano armata: i ladri entrarono con fucili spianati e tutti, spaventati, scapparono da ogni parte rovesciando i tavoli e facendo cadere tutte le chip. Continua Scalzi: “Anche in quella occasione lui è stato impeccabile nel gestire la situazione, tanto che dopo che gli stack sono stati ricostruiti proprio da Kremser secondo le informazioni che aveva, nessuno dei 27 giocatori left ha avuto da ridire.”

Chiediamo proprio a Kremser, che è presente in sala a giocare il Main Event IPO, di raccontarci cosa è successo in quell’occasione.

“E’ stata la situazione più difficile della mia vita. Ovviamente le circostanze erano davvero complicate, e inoltre c’erano due fatti a renderla peggiore.

In primo luogo, io ho sempre dichiarato che il mio peggiore incubo è veder arrivare qualcuno dentro la sala, rovesciare qualche tavolo con tutte le chip sopra, e scappare via. Ed è proprio successo questo, ma in una sala dove c’erano 5 tornei in corso, tra cui un Main Event con un primo premio da un milione di euro.

Inoltre, e questo fu ancora peggio, all’entrata del Casinò c’era mia moglie che stava alla cassa. Le hanno puntato una pistola alla testa e un coltello alla gola.

Non posso certo dire di essere felice di aver vissuto una situazione del genere, ma ripensandoci ora la rivedo come un ‘test estremo’ della mia professionalità. Se sono riuscito a mantenere il controllo in quell’occasione, posso riuscire a gestire qualunque situazione”.

kremser

Thomas Kremser con Christian Scalzi e Raffaele De Nicola

Ma dall’alto della sua esperienza, anche Kremser con il sorriso ammette: “Quanti iscritti ha fatto questo IPO? Quasi 2500? WOW! E’ incredibile, io non ho mai diretto un torneo così grande. Non ho nemmeno mai avuto un torneo con tre day 1.

Sono qui solo da un paio d’ore, ma mi sono già accorto che sembra tutto organizzato alla perfezione. Lo staff è ben coordinato, la sala è bella e grande, anche se è piena di tavoli si riesce perfettamente a camminare. Un ottimo torneo.”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari