Monday, Mar. 18, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 4 Lug 2013

|

 

Il mondo dei SNG 27max – Maxbiancuz

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Il mondo dei SNG 27max – Maxbiancuz

Area

Vuoi approfondire?

Da esperto di questo “micromondo”, il moderatore di ItaliaPokerForum Francesco “Les” Baldassarri ci fa conoscere, attraverso dettagliate interviste, i grinder più attivi di una delle specialità, appunto i sit & go 27max, che sembra non conoscere crisi ed attrarre sempre più regular alla ricerca di profit e ROI positivo attraverso un multitabling necessariamente spinto.

Dopo le interviste a “MorganGuru”“Vaklam2″“gamar82″ e “Saturn5ive” ci racconta la sua esperienza “Maxbiancuz”.

Perché i 27max e non il cash od altro? I regular aumentano quasi ogni mese a tutti i livelli, dunque è ancora profittevole massarli? 

Ho iniziato a giocare i 27max a metà 2011, il cash stava per arrivare e tutti i regular che conoscevo erano euforici sperando in un nuovo eldorado, come era stato il biennio 2008-09 per i sit. Ovunque leggevo che i sit sarebbero morti, io invece scommisi sul contrario, pensai che il traffico sarebbe sì diminuito ma anche che il livello si sarebbe abbassato, dato che molti stavano passando al cash. Immaginai anche che al cash i soldi facili sarebbero durati poco tempo poiché presto il livello si sarebbe indurito.

Questa tipologia sembrava attrarre ancora parecchi giocatori casuali, quindi si riusciva a tenere un ROI buono. Sicuramente a distanza di due anni il livello si è alzato, anche perché molti regular sono rimasti delusi dal cash e sono ritornati ai sit. Credo ancora però che il livello sia ampiamente battibile.

Come hai plannato il 2013 e come hai pianificato la tua giornata tra grinding/lavoro/coaching/interessi personali? E qual è il tuo obiettivo in termini di profit+rakeback?

Grindo mediamente 6-7 ore al giorno e da circa due anni lo faccio full time, quindi mi alzo tardi la mattina e mi dedico a commissioni od a fare un po’ di sport. Faccio 2 sessioni da 3,5 ore in media, una al pomeriggio e una dopo cena quando il traffico è maggiore. Il weekend lo tengo sempre libero per uscire, al massimo gioco se proprio sono indietro col plan mensile. Ogni mese spero di riuscire a grindare circa 130/140 ore, ma alla fine sono sempre meno, purtroppo trovo sempre qualche scusa per saltare una sessione. Come obiettivo mi piacerebbe ripetere i risultati dell’anno scorso, anche se ammetto che ho runnato bene. Non dico nessuna cifra perché sono un pelo scaramantico. Perdonami. 

Ritieni che avere un coach sia fondamentale per diventare un top regular? Chi è stato od è il tuo? Quanto ha cambiato il tuo modo di concepire il grinding?

Secondo me è fondamentale, almeno all’inizio. Io ho studiato da solo i 27max, ma avevo fatto ore di lezione con “Magliagialla” sui 9max tra il 2010 e il 2011, quando partecipai ad un progetto del forum Cbet. Il coach mi aiutò tantissimo, soprattutto per quanto riguarda lo studio post sessione ed altrettanto importanti furono le lunghe chiacchierate con altri regular, tra i quali non posso non citare “AlreadyBusto” e “Millenium187”. A loro ed al coach devo moltissimo, ma anche a Cbet perché senza quel progetto e senza i post di “Luciom” ed altri che mi hanno fatto capire cosa voglia dire essere un grinder, ora non farei questo lavoro.

Esiste una soglia fisica per il multitabling? Nel senso, qual è secondo te, se esiste, il rapporto migliore tra tabling e A-game? Sarebbe inutile riuscire a stare 50x se le nostre move risultassero scorrette e controproducenti.

Non esiste ovviamente una regola generale. Il mio consiglio è studiare bene quegli spot che ci prendono più tempo in game. Più siamo a nostro agio mentre giochiamo e più tavoli possiamo aprire, sembrerà una banalità ma è l’unica verità.

Per tenere certi ritmi anche la tecnologia ha bisogno di un continuo aggiornamento. Com’è la tua configurazione hardware/software e che tipo di postazione consigli?

Da questo punto di vista non posso di certo essere preso come esempio. I software che uso sono quelli che classici cioè holdem manager e table ninja. Come hardware e postazione invece uso un portatile e passo dal divano al letto alla scrivania, quest’ultima molto raramente. Il fatto è che io grindo stacked, cioè con i tavoli impilati uno sull’altro su 2 colonne, quindi non mi serve un monitor troppo grande. Ogni volta che provo a stare seduto alla scrivania mi viene mal di schiena a fine sessione, quindi puntualmente abbandono l’idea. Capisco che è un limite ma non so davvero come fare. Penso che non avrei dovuto svelare questo lato di me, adesso molti regular non mi rispetteranno più immaginandomi comodamente sdraiato sul letto.

Come ti immagini il futuro del poker e come ti vedi immerso in questo mondo? Cosa pensi del livello che attualmente massi?

Non sono pessimista, cioè non penso che a breve sarà impossibile continuare  a fare questo lavoro. Fare previsioni di lungo periodo, invece, in questo ambiente che cambia così in fretta è molto difficile, comunque non penso di giocare per più di una decina di anni ancora, forse meno. Se invece parliamo di medio periodo – quindi 3/4 anni  – non credo che le cose cambieranno più di tanto.

Come sono i rapporti tra i regular? Vi conoscete? Vi confrontate? C’è stima, invidia od altro?

Ho scambiato qualche chiacchiera con quasi tutti i regular e con alcuni i rapporti sono più frequenti, capita post sessione di confrontarci su qualche spot dubbio oppure di sfogarci quando le cose vanno male. In game non scrivo quasi mai in chat, solo un paio di volte mi è scappata qualche parola, poi me ne sono immediatamente pentito perché alla fine siamo tutti sulla stessa barca. Devo dire che vedo raramente regular flammare in chat, sicuramente meno di quanto possa capitare tra i giocatori cash, forse perché i regular di sit giocano quasi tutti più di 24x, quindi è difficile scrivere in chat, almeno per me lo è di sicuro. Di base rispetto tutti, se però devo essere sincero mi danno un po’ fastidio quei regular che si sentono dei duri perché fanno move non standard, magari anche giuste, ma le fanno male, avendo poi leak enormi in ICM. 



banner-calendario-tornei

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari