Friday, Jun. 21, 2024

Storie

Scritto da:

|

il 13 Lug 2013

|

 

Chip dumping … andato male … al Main Event WSOP!

Chip dumping … andato male … al Main Event WSOP!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Un episodio tanto curioso, quanto triste si è verificato alle WSOP: David Sands è stato il protagonista di un “chip dumping benevolo”, non andato a buon fine.

La storia viene raccontata da “Barth”, utente del forum TwoPlusTwo, presente durante il Main Event delle WSOP: “Verso la fine del day 1C mi spostano di tavolo e mi siedo al posto 9. Affianco a me, al posto 8, c’era Sands, mentre al posto 7 era seduto un uomo con la valigia pronta. Scherzando mi informo e Sands mi riferisce che a quell’uomo è morto il padre mentre era in corso il secondo livello di giornata ed era pronto per andare via.”

La giornata volgeva al termine e il floorman aveva annunciato le ultime 4 mani della giornata: l’uomo con la valigia, evidentemente provato dalla brutta notizia, voleva disfarsi delle sue chips e ad un certo punto afferma: “Se potessi passare il mio stack, lo passerei volentieri a te”, rivolgendosi verso Sands.

A questo punto “Doc” l’ha ringraziato, assicurando che in caso di ITM gli avrebbe girato l’1%.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Si arriva così alla penultima mano di giornata: il ragazzo seduto al posto 7, decide di rilanciare da UTG, e Sands opta per un call dopo una breve riflessione.

Al flop cadono K-Q-J rainbow e Sands calla una puntata dell’oppo. Al turn si gira una blank card e così l’uomo, dopo aver puntato nuovamente, esclama: “Tutto quello che devi fare è rilanciare e io folderò”. Nel frattempo gira anche le carte mostrando 53. Sands, giustamente, dichiara di averle viste e il dealer chiama il floorman che, ricostruendo la mano, notando una situazione di heads up, afferma che si può portarla a termine.

Sands allora si chiude in una pausa di riflessione per poi dichiarare all-in, venendo subito chiamato dall’oppo: allo showdown Doc mostra A-7, ma al river si gira un 5. Sands resta con appena 3.000 chips (sarebbe potuto salire a circa 80.000 chips) e a niente sono servite le numerose scuse dell’oppo: nel day 2, infatti, il pro americano viene eliminato nelle primissime mani.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari