Thursday, May. 23, 2024

Storie

Scritto da:

|

il 6 Set 2013

|

 

Hacker a Barcellona: i pro degli high stakes temono per i loro account!

Hacker a Barcellona: i pro degli high stakes temono per i loro account!

Area

Vuoi approfondire?

Una storia stile 007 quella che è accaduta all’hotel Arts di Barcellona, albergo di lusso adiacente al casinò in cui si sta giocando in questi giorni la tappa dello European Poker Tour. Vi soggiornano tutti i migliori, sia per comodità sia perché è uno degli hotel di lusso più confortevoli del quartiere e pare che, chi ha agito di frode, conoscesse bene la “qualità” degli ospiti.

Si sfoga sul forum americano “2+2” Jens “Jeans89” Kyllonen, sfortunato protagonista della vicenda insieme al collega high stakes Ignat “0human0” Liviu, con un thread in cui, seppur velocemente, spiega quanto accaduto. Proviamo a spiegarlo in breve.

Kyllonen sale in camera e la sua carta magnetica per entrare non funziona, scende alla reception per farsela sistemare e torna su. Entra in camera e… il suo portatile è sparito! Spaventato per l’accaduto torna ancora alla reception per denunciare il fatto, dopo pochi minuti risale in camera e ritrova il computer al suo posto.

Preoccuperebbe certo ognuno di noi una sparizione simile ma, seppur con un po’ di fantasia, possiamo immedesimarci in Kyllonen, uno dei più forti giocatori high stakes che, certamente, ha sul suo conto gioco cifre a molti zeri. Come già anticipato, stessa identica cosa è accaduta a Liviu, altro fenomeno dell’online. Sembra proprio che i criminali abbiano fatto molta “selection” sugli obiettivi, andando a colpire – tra i player presenti all’evento – i due che spostano le quantità più elevate di denaro sui tavoli di Full Tilt Poker.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Si sarà trattato di un attacco hacker? Molto probabilmente sì, tanto che si è attivata subito la sicurezza dello stesso hotel e lo stesso ha fatto Pokerstars, in qualità di organizzatore della tappa EPT. E’ intervenuto sul forum “2+2” proprio Lee Jones, responsabile delle comunicazioni di Pokerstars, che cerca di rassicurare i lettori riguardo l’accaduto, sottolineando che sono state attivate tutte le procedure di sicurezza possibili, in collaborazione anche con la polizia. Consiglia comunque, fino alla risoluzione del caso, di porre massima attenzione riguardo ai laptop, vero obiettivo, dunque, dei malviventi “appassionati” di poker online high stakes…

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari