EPT Londra: un High Roller al femminile | Italiapokerclub

Saturday, Apr. 4, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Ott 2013

|

 

EPT Londra: un High Roller al femminile

EPT Londra: un High Roller al femminile

Area

Vuoi approfondire?

Si discuteva recentemente del ruolo della donna nel mondo del poker. Tatjana Pasalic diceva che un’immagine della donna troppo “sessualizzata” può essere un’arma a doppio taglio perché rischia di allontanare il pubblico femminile a cui non piace essere rappresentato in questo modo.

Probabilmente la miglior pubblicità per le donne può essere un torneo come l’High Roller dell’EPT di Londra, dove il nostro Luca Pagano sta ora giocando il Final Table. In questo torneo, fra le 159 entries, c’erano tre donne e tutte e tre sono arrivate fra i primi 23, dunque a premio. Una percentuale ovviamente inusuale, ma non c’è un modo migliore di questo per dimostrare come non esistano assolutamente differenze fra uomini e donne una volta che il dealer inizia a dare le carte.

Ma non solo. Una di loro, Carla Sabini, australiana nonostante il nome, ha iniziato oggi il Day3 da chipleader ed è ancora in corsa al tavolo finale per una picca che vale ben 357.700£. Le altre due donne arrivate in the money sono ben conosciute.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

La prima è Vicky Coren, che vinse proprio l’EPT di Londra nel 2006 diventando così la prima donna a farlo (seguita poi da Sandra Naujoks nel 2009 a Dortmund, e da Liv Boeree nel 2010 a Sanremo). Vicky è anche una giornalista con una lunga carriera: attualmente ha una colonna settimanale per The Observer ma ha collaborato anche con The Daily Telegraph o The Guardian. Alla fine Vicky è stata eliminata in questo High Roller in ventesima posizione per un premio di 19.385£.

La seconda donna è una delle grandi promesse del poker mondiale, e non solo di quello “al femminile”. Sofia Lövgren era tra i nominati per il premio di “Giocatore più promettente del 2013”, che alla fine ha vinto Luca Moschitta, suo rivale e fidanzato allo stesso tempo. Poker pro dai 20 anni, Sofia ha iniziato ad accumulare grandi risultati non solo online ma anche live, come il 30esimo posto l’anno scorso all’EPT di Sanremo o quello raggiunto proprio ieri: 16esima all’High Roller per 21.540£.

Tre donne, tre in the money, tre modi diversi di avvicinarsi al mondo del poker. Per il resto hanno le stesse cose in comune al resto dei giocatori: lottano fino all’ultima chip e vivono ogni flop con la stessa passione di chiunque altro.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari