Sunday, May. 22, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 21 Dic 2013

|

 

Daniel Negreanu: ‘Nel 2014 punterò alla qualità piuttosto che alla quantità’

Daniel Negreanu: ‘Nel 2014 punterò alla qualità piuttosto che alla quantità’

Area

Vuoi approfondire?

Come ogni fine anno che si rispetti, è tempo di bilanci, anche nel poker. Daniel Negreanu, professionista di Pokerstars, nel suo blog personale, appena ieri, ha scritto un articolo in cui parla di come è andato il suo 2013 lavorativo. Ma, ancor di più, vi stila ordinatamente un elenco dei buoni propositi per il 2014. Ormai alla soglia delle 40 candeline, ‘Kid Poker’ pare aver messo la testa a posto e con questo attento programma, comunque, mostra di avere obiettivi sempre più ambiziosi. Ecco i principali.

  • Vincere almeno due milioni di dollari

Daniel giocherà, compreso l’evento da un milione di dollari delle prossime WSOP, tornei per un totale di due milioni in buy-in. Cercherà, comunque, di investire di tasca sua solo un terzo del totale per il suddetto evento, mentre per i restanti due terzi spera di trovare degli investitori. Motiva così: ‘E’ troppo denaro da rischiare in un solo torneo, non sono più un 23enne che vorrebbe giocare un evento da $2,000 di buy-in con un bankroll di $2,800!’

  • Passare da 66 tornei a 52

Nel 2014 il suo obiettivo è la qualità piuttosto che la quantità, dice. Si concentrerà sul prossimo PCA, sulle WSOP, sull’Aussie Millions e sui tornei a Monte-Carlo e cercherà di ritagliarsi, quindi, maggiore tempo per la vita extra-poker riducendo il numero di eventi ai quali prenderà parte.

  • Ottenere 12 ITM

Nel 2013, Daniel, ha ottenuto 13 ‘in the money’ giocando 66 tornei. Giocandone, nel 2014, 14 in meno, spera comunque di mantenere il 23% di ‘bandierine’: sarebbe soddisfatto, quindi, di ottenere almeno 12 ITM.

  • Cinque tavoli finali

Spiega Daniel: ‘Ne ho fatti sette quest’anno, quindi, mantenendo la stessa percentuale di circa il 10%, il mio obiettivo è farne almeno cinque nel 2014’.

  • Tre braccialetti WSOP

Questo, a primo impatto, sembrerebbe il ‘goal’ più difficile da realizzare per Negreanu, ma cerca di motivarlo: ‘Avrei potuto dire due braccialetti, ma sarebbe stato, forse, un obiettivo più raggiungibile. Vincendone tre, quindi, arriverei ad un totale di nove in 17 anni e riuscirei a ottenere il player of the year per la terza volta, secondo consecutivo’.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.
  • Salire nella classifica ‘WSOP cashes’ dal quinto al quarto posto

L’obiettivo più prossimo di Daniel è l’istriconico Humberto Brenes: il giocatore del Costarica ha 71 in the money alle WSOP, mentre Daniel ne detiene 69. ‘Credo di poter scavalcare Humberto quest’anno e nel 2015 proverò ad arrivare a Men Nguyen, che ne ha 79’.

  • Salire nella classifica ‘WSOP money list all time’ dal 19° al 15° posto

Daniel ha nel mirino gente del calibro di Ben Lamb, Paul Wasicka, Ivan Demidov e Greg Raymer. ‘Potrei avere difficoltà in questo obiettivo perché il Main Event e il One Drop porteranno direttamente molti giocatori nella top ten. Devo solo esser certo che una di queste persone sia io!’

  • Stop alle vacanze pokeristiche

Spiega Daniel: ‘Il tempo speso lontano dal poker mi aiuta, quando gioco, ad essere totalmente concentrato e focalizzato su quello che faccio. Sono alla soglia dei quarant’anni ed è necessario che trovi un’equilibrio: se nei miei vent’anni ho amato uno stile di vita errabondo, adesso mi piace stare a casa e avere una schedule da seguire. La priorità, dunque, nel 2014 è una routine salutare e spenderò energia per le relazioni. Con questo non voglio dire che ho idea di ritirarmi o qualcosa di simile, anzi, proverò a guadagnare nuovamente il titolo di player of the year alle prossime World Series of Poker’.

Che dite, ce la farà Negreanu a tenere fede ad un 2014, negli obiettivi, da favola?

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari