Tuesday, Mar. 9, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Mag 2014

|

 

“Avevo venduto il 75% dell’heads-up, che grande forza mentale Antonio!” Intervista a Jack Salter

“Avevo venduto il 75% dell’heads-up, che grande forza mentale Antonio!” Intervista a Jack Salter

Area

Vuoi approfondire?

Nella storia del poker italiano, dopo sabato scorso, un posticino è anche di Jack Salter. Il britannico se lo è guadagnato a pieno titolo, facendo da spalla all’esaltante (ed estenuante) heads-up che ha sancito il ritorno in Italia della picca.

Come già ci aveva detto Antonio Buonanno nell’intervista esclusiva il giorno dopo la vittoria, il britannico si era dimostrato avversario degno e rispettoso, a differenza di quanto aveva pensato qualcuno in Italia assistendo alla diretta streaming.

Rispondendo alle domande, il ragazzo britannico ha ribadito il grande rispetto che nutre per il nostro mitico Antonio.

 

IPC: Sei deluso per questo EPT? Pensi di aver giocato un buon torneo o hai qualche rimpianto?

JS: Non sono dispiaciuto di aver finito secondo a un EPT. Chiunque raggiunge la fine di questa competizione – o di un torneo in generale – è stato fortunato ad arrivare fino a quel punto. In heads-up sono sicuro di aver fatto qualche errore dovuto alla fatica, ma sono contento del gioco che ho espresso nell’arco di tutto il torneo.

IPC: Antonio Buonanno ha detto che eri l’unico giocatore capace al tavolo finale, ma ad ogni modo non era spaventato. Che ne pensi di lui? Quale pensi sia la sua qualità più grande? Conoscevi qualche giocatore italiano prima di questo EPT?

JS: Avevo già visto Antonio nel circuito, avevamo giocato insieme almeno una volta, lo avevo eliminato dall’EPT Vienna ed era affamato di rivincita! Antonio non era certamente spaventato dal payout o dal giocare contro me o contro qualsiasi giocatore. Ha un sacco di coraggio e non ha paura a prendere linee non standard qualche volta. Ha anche una notevole forza mentale. Io alla fine dell’heads-up ero assolutamente esausto. Lui è di diversi anni più grande di me, aveva solamente sua moglie a seguirlo e stava giocando per molti più soldi di me (siccome io avevo fatto un deal con i miei amici). Ho tantissimo rispetto per la forza mentale che ha dimostrato. Il poker italiano ha qualche punta di diamante e tante persone che giocano con molta passione, che è una cosa che mi piace. Sono buon amico di Mustapha Kanit e ho conosciuto altri italiani attraverso di lui, a iniziare da Dario Sammartino con cui ho giocato a Londra. Credo che questi due abbiano un futuro radioso davanti.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

IPC: Degli showdown che hai perso in heads-up da sopra (A9<K2s, AJ<KJ, TT<AK) quale ti ha fatto più male?

JS: Credo che quello che mi ha impattato di più sia AJ vs KJ. Però di solito sono molto fortunato nei coin flip quindi non mi posso lamentare!

IPC: Dicci qualcosa del deal: hai venduto il 70% dell’heads-up? Più volte Buonanno ti ha detto dell’accordo: ti ha innervosito?

JS: Ho offerto ad Antonio un buon deal che lui ha declinato perchè voleva qualcosa in più. Ho venduto il 75% dell’heads-up perchè 500.000€ sono decisamente troppi soldi da giocare.

IPC: Quali sono i tuoi progetti futuri? Come possiamo seguirti?

JS: Adesso sono a Nottingham a giocare l’UKIPT, a giugno sarò a Vegas per le WSOP, poi penso di volare a Melbourne a ottobre per l’APAC e ci tornerò poi per l’Aussie Millions. Sicuramente tornerò a Montecarlo l’anno prossimo per provare un altro shot all’EPT. Se volete seguirmi potete farlo su Twitter @jackziyang

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari