Wednesday, Jan. 26, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 4 Giu 2014

|

 

Alec Torelli smentisce: “Nessun pot da 1,700,000$ quella sera all’Aria…”

Alec Torelli smentisce: “Nessun pot da 1,700,000$ quella sera all’Aria…”

Area

Vuoi approfondire?

L’aria di Las Vegas, in pieno clima di World Series of Poker, è davvero frizzante e oltre agli eventi ufficiali è estremamente viva l’azione ai tavoli cash game dei vari casinò, con la Ivey’s Room dell’Aria punto di riferimento per gli squali degli high stakes.

Appena pochi giorni fa, appunto, Andrea ‘Andrewbull88’ Buonocore, già presente a Sin City, è stato distratto dalla propria ‘piccola’ partita 2$-5$ quando, in un tavolo vicino ben più pesante, nella sopracitata poker room, pare si stesse giocando un piatto enorme che, stando alle parole di un signore, sarebbe stato di un milione e settecento mila ‘verdoni’.

Incuriosito dal rumor, Andrea è andato a buttare un occhio all’area privata, scorgendo solamente un Andrew Robl particolarmente sorridente, il tavolo già in fase di chiusura. Tra i partecipanti alla partita c’era anche Alec Torelli, ‘scomparso’ subito dopo la mano ‘incriminata’.

Ha raccontato così Buonocore quello che è riuscito a scorgere: “Non conosco bene la dinamica della mano, né quale sia stata l’azione strada per strada. So solo che Robl ha vinto tutto quel ben di Dio con scala colore contro colore all’asso. A quel tavolo c’era anche Alec Torelli, è possibile che fosse lui l’avversario di Robl in quella mano perché poco dopo è scomparso e non l’ho più visto… Neanche a dire che si sia seduto a un altro tavolo, all’Aria c’era solo quella partita con certe cifre in ballo!”

Nella notte appena trascorsa ci ha contattati però proprio Alec Torelli. Il giocatore high stakes californiano, fortemente legato al nostro paese, ci tiene a raccontare come siano andate le cose, dichiarando che non c’è stato, quella sera, nessun piatto da 1,700,000$ all’Aria casinò.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Quella sera nessuno dei presenti ha vinto un pot da 1,700,000$, inoltre non ci siamo mai scontrati io e Andy Robl. Si trattava di una partita piuttosto normale, di quelle che giochiamo quasi tutti giorni nella Ivey’s Room con un misto di professionisti e businessmen. Vorrei avere qualcosa di più eccitante da raccontarti, ma purtroppo non è successo niente di ché. Solo una consueta partita di poker, con blind più alti. La gente pensa che il poker sia diverso dal normale quando giocato a stakes più alti, ma in realtà non c’è nulla di straordinario: si folda sempre quando si ha una brutta mano e si gioca quando se ne ha una buona…”

 

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari