Wednesday, Jul. 17, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Ott 2014

|

 

Problemi di respirazione per Phil Hellmuth: WSOP APAC finite?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Problemi di respirazione per Phil Hellmuth: WSOP APAC finite?

Area

Vuoi approfondire?

Anche in questa edizione 2014 le WSOP APAC sono viste dai migliori giocatori al mondo come una ghiotta occasione per rimpinguare la propria bacheca alla voce “braccialetti”.

Tra i giocatori più attesi c’era sicuramente Phil Hellmuth, che ha puntato al circuito di tornei in corso di svolgimento a Melbourne per andare a caccia del braccialetto numero 14, ma le cose non sembrano essere andate per il verso sperato da ‘The Poker Brat’.

Stando a quanto fanno sapere i colleghi di PokerListings, infatti, dopo aver collezionato solo eliminazioni nei primissimi livelli dei cinque eventi fin qui disputati, Hellmuth ha fatto sapere di essere alle prese con una battaglia già combattuta qualche anno fa, che con il poker giocato ha decisamente poco a che fare.

Phil Hellmuth sta infatti fronteggiando dei seri problemi respiratori che potrebbero costringerlo ad abbandonare anzitempo le World Series in corso a Melbourne.

Già nel 2011, durante le World Series of Poker di Las Vegas, Hellmuth ebbe a che fare con problemi simili che non gli consentirono di giocare al loro meglio:

Ricordo che mi fu consigliato un paramedico, ma non riuscì a fare nulla se non a procurarmi un inalatore per l’asma, ma i risultati non furono esaltanti, anzi questo inalatore fece più danni che altro“.

Un episodio decisamente sfortunato, visto che nel 2011 Hellmuth era pronto a vincere il premio di Player of the Year delle WSOP dopo aver concluso tre eventi al secondo posto.

In questa occasione invece Phil ha faticato a superare le prime fasi dei cinque tornei fin qui disputati.

Ho anche pensato di andare via ieri, ma poi ho pensato che in fondo non stavo rischiando la vita, perciò il mio sogno resta quello di vincere un altro braccialetto“, così ha concluso Hellmuth, il quale ora vuole solo pensare positivo e affrontare e sconfiggere i suoi problemi, prima di fare la stessa cosa con i suoi avversari e portare a 14 la conta dei braccialetti WSOP in bacheca.

 

Foto di Futura Tittaferrante

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari