Tuesday, Nov. 30, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 23 Dic 2014

|

 

“Il poker sportivo non è azzardo” Striscia la Notizia sdogana il Texas Hold’em!

“Il poker sportivo non è azzardo” Striscia la Notizia sdogana il Texas Hold’em!

Area

Vuoi approfondire?

La televisione generalista, tra chiacchiere e informazione, compie un passo in avanti.

Parliamo del servizio uscito due sere fa su ‘Striscia la Notizia’ relativo a una mini-inchiesta di Moreno Morello sul gioco d’azzardo in Italia.

Il filmato punta il dito contro i circoli privati che ospitano partite di cash game, bollando come ‘bisca clandestina’ l’attività illecita svolta da una piccola sala abruzzese.

Che in Italia il cash game live sia un tabù non è una novità: considerato a tutti gli effetti ‘gioco d’azzardo’ la disciplina viene severamente proibita se praticata al di fuori di uno dei quattro Casinò dello Stivale.

Ma il servizio ha compiuto un grande passo in avanti rispetto alla media dell’informazione generalista, visto che riconosce a tutti gli effetti la natura sportiva del Texas Hold’em in modalità torneo.

Come emerge dalle parole di Silvio Pizzarello, presidente della Federazione Italiana Gioco Poker Friuli Venezia Giulia, intervistato dall’inviato di Striscia la Notizia:

Gli strumenti per controllare l’attività dei circoli sono già pronti, e sono operativi in più di 70 sale in tutta Italia. Le proposte sono sul tavolo del Ministero degli Interni da molti mesi: noi attendiamo che ci sia al più presto una regolamentazione. Soprattutto perché oltre ad essere un sistema di gioco sportivo è anche un sistema di controllo per le stesse magistrature che possono riconoscere quando si sta giocando un torneo di poker sportivo e quando no

Una presa di posizione passata difficilmente sottotraccia agli occhi dei telespettatori, che mette in evidenza uno dei più grandi paradossi che caratterizzano il poker in Italia.

Lo dimostrano le continue peripezie che tanti piccoli circoli sparsi per lo stivale si trovano ad affrontare per riuscire a svolgere la loro attività nel pieno rispetto delle norme vigentiGli esempi sono tantissimi, dallo ‘Scacco Matto’ di Vignola, al ‘Joker Club’ di Albenga, passando per il ‘Double Up’ di Palermo e tantissimi altri, tutti finiti sotto il mirino della Guardia di Finanza e tutti poi scagionati dall’accusa di ‘gioco d’azzardo’ sulle linee della sentenza emessa dalla Corte di Cassazione.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

L’evidenza di un buco normativo sembra essere sotto gli occhi di tutti, così come l’esigenza di mettere le cose in chiaro una volta per tutte.

Nell’immaginario comune il confine tra gambling e poker sportivo comincia a farsi più marcata, anche se fin troppo spesso per eccesso di superficialità i meno esperti tendono a fare di tutta l’erba un fascio.

La constatazione dell’aspetto sportivo nella competizione pokeristica evidenziata dall’inviato di ‘Striscia la Notizia’ non è altro che l’emblema delle mille e una contraddizioni che ruotano attorno ad uno dei giochi più affascinanti salito alla ribalta dell’ultimo decennio.

 

A questo link trovi il video completo del servizio di Moreno Morello.

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari