Tuesday, Nov. 30, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 31 Ott 2014

|

 

Gli effetti pratici della ‘sentenza-Blanco’ secondo l’avvocato Massimiliano Rosa.

Gli effetti pratici della ‘sentenza-Blanco’ secondo l’avvocato Massimiliano Rosa.

Area

Vuoi approfondire?

La quiete dopo la tempesta. Dal 22 Ottobre 2014 – giorno in cui la Corte Europea ha finalmente espresso il suo giudizio sull’Operazione All-in – è passata poco più di una settimana, ma il ricordo delle tribolazioni durate per mesi non è ancora sparito del tutto.

Mentre i più di 150 player professionisti italiani coinvolti si godono il lieto fine, c’è chi comincia a fare un bilancio di quelli che saranno gli effetti post-sentenza.

Si tratta dell’avvocato Massimiliano Rosa – difensore di alcuni poker pro tra cui Marco Figuccia e lo stesso Cristiano Blanco – e del dott. Cristaldi, che hanno redatto a quattro mani un documento sugli effetti pratici della sentenza.

Pochi punti ma chiari, che fanno distinzione tra le cause pendenti e i rimborsi in generale. Le ipotesi formulate, sebbene entrambe “legittime e percorribili“, rimangono comunque delle semplici ipotesi professionali.

In merito alle prime emerge “l’obbligo di interrompere istantaneamente qualsiasi attività di verifica e accertamento nell’ambito del progetto All-In“, in ottemperanza alla sentenza della CGUE.

Inoltre si invitano i giudici che fino a questo momento hanno lavorato alle varie cause ancora aperte, ad impugnare la sentenza e “disapplicare direttamente le norme italiane confliggenti con il diritto comunitario“.

In tema di rimborsi invece, stabilito che “l’Amministrazione Finanziaria italiana ha violato il diritto comunitario“, le vittime dell’erario dovranno procedere in maniera differente a seconda dei casi specifici.

Innanzitutto coloro i quali abbiano spontaneamente dichiarato le vincite accumulate nei casinò esteri “potranno presentare un’istanza di rimborso“.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Discorso più complesso per chi, a seguito di una verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate, ha acconsentito al pagamento delle imposte o “ha trovato un accordo in adesione, rateizzando il pagamento in 8 rate trimestrali“.

In entrambi i casi sarà possibile far valere la sentenza espressa dalla Corte Europea, sospendendo seduta stante i pagamenti. Questo vale solamente “per le somme non ancora versatementre per quelle già pagate non intravediamo possibilità di ripetizione“.

Infine, chi ha subito un accertamento definitivo ma non ha ancora versato alcuna somma di denaro, può “presentare istanza di autotutela” e superare la “definitività dell’accertamentorivalendosi sulla sentenza.

Certo, per i due legali la possibilità che l’Amministrazione Finanziaria si renda sin da subito collaborativa pare quasi una chimera.

Secondo il loro giudizio solamente nel primo caso si riuscirà ad avere un rimborso degli importi versati senza dover ricorrere nuovamente in sede giurisdizionale.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari