Saturday, Jul. 13, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Feb 2015

|

 

Tassa sul contante: il poker live trema, ma solo per qualche ora!

Tassa sul contante: il poker live trema, ma solo per qualche ora!

Area

Vuoi approfondire?

Subbuglio nel mondo del poker live alla diffusione della notizia di un’imposta su tutti i versamenti in contanti superiori a 200 euro.

Si è sparsa infatti lunedì una fuga di notizie secondo la quale il Governo sarebbe intenzionato a introdurre un’imposta di bollo proporzionale per tutti i versamenti agli istituti di credito sopra i 200 euro.

L’intenzione dell’esecutivo guidato da Renzi sarebbe quella di contrastare l’evasione fiscale, limitando sempre più l’uso delle banconote e spingendo verso mezzi di pagamento tracciati ed elettronici come Bancomat e Carte di credito.

Ricordiamo infatti che ormai da un paio d’anni in Italia non è più possibile effettuare pagamenti in contanti sopra i 1.000 euro e l’introduzione di questo balzello fiscale per i versamenti sopra i 200 euro avrebbe significato di fatto un abbassamento della soglia a livelli veramente bassi.

La nuova imposta andrebbe a colpire soprattutto i commercianti e i professionisti soliti a incassare per i pagamenti denaro contante e a versarlo giornalmente in banca; ma anche dal mondo del poker si sono subito levate voci di allarme.

Chi frequenta il mondo dei tornei live sa benissimo come è consuetudine l’utilizzo dei contanti per il pagamento dei buy in.

La nuova imposta non andrebbe a toccare direttamente tali pagamenti, che rimarrebbero possibili fino alla famigerata soglia di 999 euro, ma indirettamente sarebbe sicuramente un disincentivo.

Gli organizzatori dei tornei sul suolo italico sarebbero di certo costretti ad aumentare la rake o a far pagare direttamente al giocatore che vuole pagare il suo ingresso al torneo in contanti l’imposta di bollo chiesta dalla banche su commissione governativa.

L’alternativa diventa l’organizzazione di tornei con buy in molto bassi, esattamente come è stato fatto per l’Italian Poker Tour, sceso a 990 euro se giocato in Italia come nell’ultima tappa della stagione 6 a Sanremo.

A Malta invece per l’inizio del nuovo tour si torna all’antico con gli ormai classici 1.100 euro, in modo da generare un prizepool decisamente più appetibile.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il difficile uso del contante è stato proprio per le series di Pokerstars un incentivo ad allontanarsi da Sanremo, come ci aveva spiegato Claudio Pagano.

Per fortuna l’allarme è presto rientrato.

Nella giornata di ieri infatti il MEF, Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha tolto dagli scenari seccamente la possibilità di questa nuova tassa.  Luigi Casero, viceministro dell’Economia, la smentisce al telefono senza mezzi termini.

Neanche lui, al lavoro sul dossier, si capacita di come sia stato possibile che alcuni organi di stampa abbiano riportato l’ipotesi di un balzello per scoraggiare la circolazione di contante.

Probabilmente si è trattata solo di una bozza preparata da qualche tecnico e fortuitamente arrivata alle associazioni di categoria per sondarne gli umori. Sicuramente negativi verso quest’imposta.

Sospiro di sollievo quindi anche per i tanti appassionati che in questi mesi stanno affollando i tornei sul suolo italico, anche se permane un difficile rapporto tra il poker live e l’Italia, tra difficoltà organizzative, mancanza di leggi e divieti di uso del denaro contante.

Per continuare a rimanere aggiornati sulle evoluzioni del rapporto tra poker e fisco seguite gli approfondimenti nella nostra pagina dedicata.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari