Friday, Dec. 13, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 5 Mag 2015

|

 

“Pazzesco giocare contro Ole Schemion”: l’esordiente Gandini out a un passo dal Day 4 EPT Grand Final

“Pazzesco giocare contro Ole Schemion”: l’esordiente Gandini out a un passo dal Day 4 EPT Grand Final

Area

Vuoi approfondire?

Al termine del day 3 del Grand Final European Poker Tour, Filippo Gandini è ancora emozionato.

La sua avventura è terminata durante l’ultima mano della giornata in uno scontro fratricida con Dario Sammartino, che grazie agli ultimi colpi si è portato a ridosso della top 5 del count provvisorio.

Un colpo piuttosto bizzarro che lo stesso Filippo vuole spiegarci.

Nell’ultima mano di giornata Dario apre da under the gun e io da small blind pusho senza guardare le carte per le mie restanti 200.000 fiches. Invito Dario a chiamare dicendogli che ho pushato al buio. Lui chiama con Jack-nove suited e io giro Asso-otto. Un 9 al flop mi condanna all’uscita. MadGenius l’ho incontrato tante volte online quindi conoscevo bene il suo modo di inserirsi nel tavolo sempre da protagonista aprendo molto e sono stato contento che alla fine siano finite a lui le mie chips”

Un coraggio incredibile e anche un po’ di incoscienza (Filippo sarebbe tornato domani con circa 20 bui in un torneo dalla struttura super giocabile, ndr) per un giovane giocatore alla prima esperienza in un Ept.

Ero un po’ tiltato per la mano precedente e non volevo tornare domani senza un vero stack con cui giocarmela

Ovvio domandargli della mano che gli ha più che dimezzato lo stack, visto che alla chiamata delle ultime 5 mani di gioco Filippo si presentava con 500.000 chips grazie a un bel raddoppio.

La penultima mano Dario Sammartino apre da utg+1 con AQ e io chiamo sul Big Blind con AJ. Lui ha 300.000. Il flop è A5J: lui effettua una continuation bet di 22.000, io raiso fino a 51.000 e  lui chiama. Il turn è una donna: io checko, lui punta quasi tutto, io faccio all in, lui chiama e fa double up“.

Durante la diretta streaming abbiamo potuto osservarlo per tutto il giorno con la sua maglietta dell’Inter vincitrice del Triplete.

Oggi ho fatto tavolo televisivo per i primi tre livelli ed è stato molto pesante perché ho dovuto affrontare la zona bolla corto con molta pressione. Giocare con Ole Schemion è stato pazzesco. Ti sorride sempre ma nello stesso tempo è serio e fa sempre sentire la sua presenza al tavolo. Vuole comandare il tavolo e spesso ci riesce. Avrei voluto giocare anche contro Mustacchione ma l’ho avuto per poco tempo al tv table. Era un sogno ambizioso per me e si è trasformata in una incredibile realtà

ole_schemion

Ole Schemion

 

Prima di tornare a cena Filippo ci racconta della sua esperienza a Montecarlo e dei primi contatti col mondo dei tornei live.

Quest anno ho deciso di giocare qualche live quindi ho provato l’Italian Poker Open e sono arrivato 76°. Mi sono sentito subito comodo nel giocare live quindi sono venuto qui con l’idea di provare i satelliti e sono riuscito a prendere il ticket con un satellite da 2.000 euro sabato sera. In realtà il poker non è la mia professione: sono uno studente di economia che ama il poker, lo studia, per esempio seguendo il corso di Flavio Ferrari Zumbini, e gioco sempre online, soprattutto tornei multitable con buy in sopra i 30 euro con il nickname ‘filogandi’

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari