Friday, Dec. 2, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 3 Lug 2015

|

 

WSOP – Mark Radoja punta il record di ITM, braccialetti stregati per i francesi: i ‘cugini’ hanno perso 6 heads-up!

WSOP – Mark Radoja punta il record di ITM, braccialetti stregati per i francesi: i ‘cugini’ hanno perso 6 heads-up!

Area

Vuoi approfondire?

In un gioco a base matematica, i numeri contano tanto.

Sia durante il gioco, sia dopo, quando a mente fredda è possibile tirare somme e fare i calcoli su come è andata.

Mentre queste World Series 2015 si avviano alla coda conclusiva, uno dei player che si è messo maggiormente in luce è senza ombra di dubbio il canadese Mark Radoja, che a oggi è riuscito a inanellare la bellezza di ben 10 ITM.

Al nordamericano – vincitore dell’evento heads-up da 10.000$ nel 2013 (foto sopra) – mancherebbe ora un solo piazzamento per eguagliare il record assoluto centrato dal russo Konstantin Puchkov tre estati or sono.

Come attesta Hendonmob, il 318esimo posto centrato da Mark nel Little One For One Drop è solamente l’ultimo di una lunga serie di risultati in questa 46° edizione dei campionati del mondo.

radojaok

Vero, a livello monetario nulla di straordinario, ma la doppia cifra in ITM centrata da Radoja gli permette di giocarsela ancora per il Player Of The Year GPI.

Al momento il canadese di trova infatti in ottava posizione provvisoria:

radio

Il metodo di calcolo di questa classifica è comunque oggetto di dibattito continuo: pur avendo conquistato ben 2 braccialetti, il nostro Max Pescatori si trova momentaneamente in 16° posizione provvisoria

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Fatto sta che se da un lato c’è chi, come Radoja, ride, dall’altro c’è sicuramente chi si mangia le mani.

E’ questo il caso della truppa francese a Las Vegas che nonostante le 6 chances avute finora per assicurarsi un braccialetto, è sempre capitolata in heads-up.

Ultimo dei transalpini secondi Aurelien Guiglini, che proprio stanotte si è dovuto arrendere al britannico Alex Lindop nell’evento #59, il No-Limit Hold’em da 1.500$ di buy-in che ha registrato la tredicesima posizione del nostro Giuliano Bendinelli.

Stessa sorte per Yehoram Houri nell’evento #42, Jeanmarc Thomas nell’evento #31, Pierre Milan nell’evento #25, Gabriel Nassif nell’evento #19 ed Erwann Pecheux nell’evento #34.

Statisticamente, per i cugini d’Oltralpe, gli heads-up stanno diventando un vero problema: per loro, quest’anno, i braccialetti WSOP sembrano ammantati da una vera maledizione!

 

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari