Thursday, Oct. 24, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 19 Mag 2015

|

 

Italia high stakes: dopo Castelluccio e Suriano, anche Kanit e Sammartino giocheranno il One Drop!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Italia high stakes: dopo Castelluccio e Suriano, anche Kanit e Sammartino giocheranno il One Drop!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Recentemente il neo-chipleader della Italy All Time Money List, Mustapha Kanit, ha rilasciato un’ interessante intervista pubblicata sul blog di PokerStars.

Sono stati affrontati diversi argomenti: si è parlato dell’ascesa di Mustacchione dai Sit & Go tra amici ai Super High Roller, dei primi live IPT giocati grazie allo stacking di Matteo Taddia, delle prime partite online con una televisione come schermo ed un cellulare come modem… dei primi schermi rotti a cazzotti

Ma non si tocca solo il passato: Kanit racconta della vittoria all’ultimo High Roller da 50.000€, della vittoria ai Global Poker Masters, della vetta raggiunta nella classifica italiana, dell’amara uscita al Main Event EPT, ma soprattutto dell’intenzione di giocare il One Drop WSOP da 111.111$!

“Il prossimo appuntamento, già fissato, è il One Drop da 111.111$, evento a cui sia io che Dario Sammartino avevamo già intenzione di partecipare”

I due giocatori italiani più in forma del momento hanno così deciso di raddoppiare le quote italiane al One Drop, apportando la loro esperienza al debutto di Sergio Castelluccio e Davide ‘Zizinho’ Suriano.

Viene a formarsi così un poker di nomi italiani di tutto rispetto, che schierato in uno dei tornei più esclusivi al mondo, conferma l’intenzione del tricolore di fare breccia nel panorama del poker mondiale.

Sentiamo le opinioni a caldo di Dario Sammartino, che reduce da due ottimi risultati durante l’EPT, non stupisce decidendo di imporre la sua presenza anche nell’High Roller d’oltreoceano:

“Sicuramente sarà diverso rispetto agli High Roller precedenti che ho giocato, perché grazie ad essi mi sento molto più confident e quando mi siederò al tavolo sarò molto più tranquillo. Certo sono comunque emozionato, anche se non come la prima volta… è comunque un High Roller, un torneo dal buy-in superiore ai 100.000$ dove giocano i top 30, top 40 al mondo, e bisogna essere super concentrati, avere grande rispetto per i propri avversari ed ovviamente mai avere paura.

Il fatto di giocare un torneo dal buy in così elevato comunque non mi farà stare affatto in tensione. Anzi farò finta di star giocando un torneo da 10.000$, anche perché ovviamente tra tutti i player che giocano questi High Roller, raramente qualcuno gioca col 100% del buy-in: giocano al massimo al 40-50% di quote, come faremo anche io e Musta.

Il field sarà sicuramente di quelli mostruosi: ci saranno tutti i top player, con 6-7, al massimo 10, businessmen schierati… Spero di giocare il mio miglior poker e di fare magari un altro final table!

Sono molto contento che siamo già in quattro, e credo che l’Italia farà davvero molto bene. I favoriti penso che comunque saremo io e Musta, ma più che altro perché conosciamo già il field e le dinamiche che ci sono tra top reg, quindi punterei su noi due. Anche se ovviamente spero che arrivino anche gli altri italiani! Sergio è un grande amico e spero davvero che anche Suriano faccia bene… Un final table tra quattro italiani non sarebbe male come cosa. Un po’ improbabile ma molto divertente, auspicabile!” [ride]  

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari