Friday, Sep. 25, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 26 Nov 2015

|

 

I 5 motivi per cui è sbagliato bannare l’HUD

I 5 motivi per cui è sbagliato bannare l’HUD

Area

Vuoi approfondire?

Le polemiche legate alla possibile eliminazione dell’utilizzo dei software di terze parti come Hold’em Manager e Pokertracker e il conseguente ban per gli Heads up Display stanno infiammando i discorsi dei grinder negli ultimi giorni.

Abbiamo già visto come Pokerstars potrebbe aver ragione e riassunto i motivi per cui il ban degli hud potrebbe essere una cosa utile per il movimento pokeristico?

I grinder e i giocatori che che utilizzano i programmi disupporto non sono assolutamente d’accordo.

Occorre quindi vedere insieme quali sono i 5 motivi per cui il possibile ban degli Hud è una decisione sbagliata.

1. NESSUNA DIFFERENZA TRA I GIOCATORI

Siamo veramente sicuri che l’utilizzo dei software di supporto mettano delle differenze tra i giocatori?

Chiaramente gli schermi dei giocatori sono differenti se utilizziamo o meno l’hud ma il gioco rimane sempre lo stesso.

Due carte di partenza, tre al flop, una al turn e una al river e identiche possibilità per tutti i giocatori. Alcuni addirittura hanno maggiore profitto se non utilizzano Hold’em Manager o Pokertracker perchè sono spesso fuorviati da statistiche che non sanno leggere.

2. RIDUZIONE DELLA POSSIBILITA’ DI MULTITABLING

Ritornare alla non possibilità di utilizzare gli HUD ridurrebbe drasticamente le possibilità di multitabling da parte dei giocatori.

E’ ovviamente più facile giocare su un maggior numero di tavoli se abbiamo delle statistiche che ci dicono come giocano i nostri avversari.

Giocare su più tavoli è assolutamente vitale per coloro che fanno del poker una professione. Se non è data questa possibilità diminuiranno sicuramente i giocatori che possono fare del gioco una professione con una conseguente diminuzione generale dell’action, del numero di tavoli e dei tornei con un grosso garantito.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

3. GIOCO MENO TECNICO

Togliere la possibilità ai professionisti di vedere le statistiche dei propri avversari renderà più difficile scoprire i leak e se da un lato ciò rende il gioco più romantico dall’altro dovremmo purtroppo assistere a giocate sempre più standard e con poca inventiva.

Il fatto infatti di conoscere un leak avversario porta il livello di pensiero a un piano più elevato.

Si potrebbe finire per assistere a tutta una serie di cooler riducendo così l’inventiva dei giocatori che cercheranno semplicemente di approfittarsi dei giocatori occasionali senza spendere troppe energie nell’exploitare i propri avversari regular.

4. GIOCO MAGGIORMENTE AFFIDATO ALLA CASUALITA’

L’uso delle statistiche tra regular soprattutto per ciò che concerne i tavoli di cash game è ormai indispensabile.

Togliere questa possibilità renderà la varianza sicuramente più alta e gli swing che si assisteranno anche per i giocatori più capaci saranno sicuramente molto più elevati senza la possibilità di tenere traccia delle mosse dei giocatori che troviamo quotidianamente ai tavoli.

L’aumento della varianza invece di rendere il gioco maggiormente skill intensive fa incrementare la componente fortuna all’interno del gioco e va esattamente nella direzione opposta rispetto a quella voluta dai vertici di Pokerstars.

5. POSSIBILE SVILUPPO DI SOFTWARE PIRATA

L’uomo è maestro in questo e l’italia non fa sicuramente eccezione.

L’eliminazione dei software dal mondo dell’online porterebbe sicuramente allo sviluppo di programmi alternativi venduti sottobanco in grado di tracciare le mani e regalare così le statistiche.

Come per il mercato dei bot, il mercato nero dei software probabilmente prolificherà e sarà difficile per le room che decideranno di eliminare i software riuscire a tenere traccia del mondo informatico sommerso.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari