Sunday, Jan. 23, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Giu 2016

|

 

Payout discutibile al Millionaire Maker WSOP: “Quello scalino a tre left può incitare al softplay!”

Payout discutibile al Millionaire Maker WSOP: “Quello scalino a tre left può incitare al softplay!”

Area

Vuoi approfondire?

Mezzo milione di dollari. A tanto ammonta lo scalino di premio tra il terzo e il secondo classificato del Millionaire Maker WSOP, di cui in nottata si giocherà il Final Day con Alessio Di Cesare chipleader su 15 left.

Un payout davvero particolare, con tutto che alle World Series, da bravi americani, esagerazioni di questo tipo non sono cosa nuova: basti ricordare l’heads-up da 5 milioni di dollari al Main Event 2014 che garantiva 10 milioni di dollari al vincitore.

Allora c’era la volontà di assegnare un premio rotondo al primo classificato; oggi quella di rendere milionari gli ultimi due player rimasti in gioco ha portato a una differenza di ben 333 buy-in tra terzo e secondo premio.

Per Giulio Astarita, da noi interpellato in quanto esperto di lunga esperienza in tema di payout, una decisione simile da parte degli organizzatori è, senza troppi giri di parole, “insensata”.

“Tra vincere un milione e 65.000 e vincere un milione c’è sì una differenza di 43 buy-in, però non te ne rendi neanche conto. Ma la differenza che definirei addirittura tragica è tra il terzo e il secondo: c’è il 100% di differenza, e poi tra il secondo e il primo solo il 6%!”

Aldilà dei freddi numeri, per Giulio questa divisione potrebbe anche originare dinamiche spiacevoli. A rischio sarebbe la stessa integrità dei giochi:

“È una situazione anche pericolosa, perché – Dio non voglia – in caso di collusion 3 left si sposterebbero troppi soldi! Non succederà, ma mettiamo che arrivino in fondo due che hanno un rapporto anche solo decente, ed un terzo: anche un minimo di soft play potrebbe spostare davvero tanto… Si potrebbero creare dinamiche veramente spiacevoli per come la vedo io. Chi arriva terzo se lo ricorderà a lungo, perché se dovesse trovare due avversari diciamo ‘malefici’ verrebbe fregato davvero alla grande”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.
giulio-astarita-intervista-futuro-addio-poker-club

Astarita alle WSOP 2014

 

Anche mettendo da parte i rischi per la correttezza della partita, per Giulio un payout simile resta concettualmente sbagliato:

“Se anche gli ultimi quattro sono le persone più corrette del mondo, è proprio concettualmente sbagliato dare tutto ai primi due. Se vuoi fare dei premi assurdi puoi comunque spalmare un minimo di più i premi, ad esempio dando 1.100.000$ al primo, 800k al secondo e 600k al terzo. Questo payout per me è veramente brutto… Se arrivassi terzo con mezzo milione di dollari in tasca, riuscirei comunque a trovare mezzo milione di motivi per incazzarmi”.

Prima di salutarci Astarita spezza una lancia in favore della trasparenza dei payout:

“Non riesco a comprendere per quale motivo il payout non venga mostrato in precedenza. Cioè tu puoi anche decidere di dare un milione al primo, e poi dividere per quello che resta. Vero che in questo torneo ci sono stati 7.000 e dispari partecipanti, ma è un discorso di correttezza a lungo termine”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari