Wednesday, Jul. 8, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 21 Ott 2016

|

 

Quando il poker ti perseguita anche nel sonno… Ecco quali sono i sogni ricorrenti dei pro

Quando il poker ti perseguita anche nel sonno… Ecco quali sono i sogni ricorrenti dei pro

Area

Vuoi approfondire?

Cosa sognano i poker pro quando dormono? Freud questo non ce l’ha spiegato.

Ci siamo fatti allora la domanda e l’abbiamo girata direttamente ai pokeristi italiani. Giocare tante ore ai tavoli live o online sicuramente lascia degli strascichi che possono emergere durante il sonno.

Il cervello funziona in maniera bizzarra e a tanti sarà capitato di fare sogni o incubi particolari legati al poker. Poi però non è facile riuscire a ricordarsi precisamente cosa abbiamo sognato…

Molti degli interpellati infatti ci hanno risposto in maniera negativa, spesso sorpresi dalla domanda. Alessandro Borsa, Carlo Savinelli, Rocco Palumbo, Federico Piroddi…

Tutti loro dicono di non fare sogni pokeristici dormendo, lasciando quasi intendere che sia una cosa assurda, ma forse semplicemente non si ricordano certi sogni.

Tanti altri giocatori invece ci hanno risposto in maniera affermativa. Leggete qui sotto le risposte di Giada Fang, Riccardo Lacchinelli e altri pro che hanno degli aneddoti interessanti da raccontarci…

 

Giada Fang

Nei periodi in cui grindo molto mi capita spesso di fare sogni che c’entrano con il poker. In genere sono sogni belli, di shippi e cose così. Tanto agli scoppi sono abituata in real life.


Diciamo che se sono in un periodo di badrun magari faccio fatica ad addormentarmi, ma non faccio incubi di scoppi. O almeno non che io sappia. Magari li faccio e non li ricordo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Riccardo Lacchinelli

Anni fa c’è stato un periodo in cui veramente facevo tantissimi sogni legati al poker. Succedeva spesso tra il Day 1 e il Day 2 dei vari tornei. Rivivevo in pratica le mani più importanti della giornata.


Il cervello lavora per tante ore sul gioco ed è normale che poi continui a farlo anche durante il sonno. È per questo che io preferisco sempre giocare i Day 1A e fare un po’ di pausa prima del Day 2, per dormire meglio. Il rumore delle chips, che non amo particolarmente, mi perseguita anche nel sonno.


Adesso sto giocando un po’ meno e faccio altri tipi di sogni pokeristici, quelli ‘leggendari’. Sogno cioè di essere nelle fasi avanzate di un grande torneo, a tre tavoli left. Qualche volta mi sogno anche di giocare una mano epica ad un tavolo televisivo.

Andrea Sorrentino

Siccome si sta sempre attaccati al Pc a giocare, quando si finisce, dopo magari sessioni da 10-16-18 ore, mi capita di vedere e rivedere le carte come se stessi ancora giocando. L’adrenalina rimane e addormentarsi non è semplice, poi ovviamente qualche sogno è normale. Preferisco ricordare al mio risveglio quelli dove ho vinto il braccialetto WSOP piuttosto che quelli dove sono andato broke.

Cristiano Guerra

Ho fatto più volte sogni legati al mondo del poker anche se non ne ricordo uno in particolare. Mi è capitato qualche volta di rivivere situazioni vissute, come ad esempio un torneo giocato, mentre altre volte di sognare un evento che stavo per giocare. Non ho mai sognato grandi vittorie o cose del genere e neanche fatto incubi!


Quando si dedicano ore ed ore ad una qualsiasi attività capita necessariamente di esserne ‘perseguitati’ anche durante il sonno. Ormai è da un bel po’ che non faccio sogni legati al poker, probabilmente mi è capitato nei momenti in cui giocavo più assiduamente.

Eros Nastasi

Mi è capitato nel sonno di tribettare qualcuno di cui non ricordo nemmeno il nome, questo sì. Sono brevi sogni ma che disturbano il sonno a suon di 3bet.

Emiliano Conti

Onestamente non mi è mai successo di fare questo tipo di sogni. Quando succederà vorrà dire che sarà l’ora di smettere di cliccare.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari