Friday, Nov. 22, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 1 Nov 2016

|

 

Come bustare il Main Event EPT in quattro mani: il racconto di Jaime Staples!

Come bustare il Main Event EPT in quattro mani: il racconto di Jaime Staples!

Area

Vuoi approfondire?

Spendereste 5.300€ per giocare soltanto 4 mani di poker?

Lo avessero chiesto prima di sedersi al tavolo a Jaime Staples, uno tra i ‘Twitcher’ più popolari al mondo recentemente sponsorizzato da PokerStars, anche lui avrebbe risposto con un secco “no”. E invece le cose sono andate esattamente così, al Main Event EPT Malta appena trascorso, per l’astro nascente di Twitch.

In un articolo comparso qualche giorno fa sul portale Pokerlisting.com, Staples racconta la sua avventura lampo nel torneo più ricco del festival maltese, nel quale è riuscito a bustare dopo sole quattro mani. Una media di 1.300€ a mano per intenderci, eppure…

La giornata era cominciata benissimo, – esordisce Staples – avevo riposato bene, fatto una bella colazione, insomma mi sentivo in gran forma. Inoltre il tempo era stupendo, ero pronto a dare il meglio.”

I buoni propositi non sempre portano a conseguenze altrettanto positive, come nel suo caso: “Mi son seduto al livello 150/300 con 30.000 di stack, ho foldato le prime tre mani e alla quarta mi son trovato a rilanciare 700 da UTG con coppia di Jack. A ben pensarci avrei potuto alzare un poco la size, a ogni modo chiamano UTG+1, UTG+2, il Cut-off, il Bottone fino ad arrivare al big blind che con 17 bui va direttamente all-in. Da quel poco che avevo capito del suo modo di giocare, nonostante non lo conscessi, avevo intuito che fosse un po’ gambler, quindi mi sentivo piuttosto sicuro del fatto che sarei stato avanti nella maggior parte dei casi. Ero mlto più preoccupato invece del giocatore alla mia sinistra, capace di chiamare il raise con altri 6 giocatori che dovevano fare azione. Alla fine decido di chiamare e i giocatori alla mia sinistra foldano tutti tranne il Bottone che va a sua volta all-in.

Per la cronaca il giocatore seduto sul Bottone è un certo Eugene Katchalov, il quale ha uno stack leggermente superiore a quello di Jaime:

E’ un ottimo giocatore e in quel momento è stato davvero difficile assegnarli un range preciso. Ho escluso Assi e Kappa che avebbero riaperto i giochi per evitare di scontrarsi nel colpo con altri 5 player. Esisteva una piccola possibilità che avesse le Dame, ma anche in questo caso sarebbe stato meglio isolarsi piuttosto che flattare. A conti fatti, l’unico motivo per flattare una monster doveva contemplare il fatto che Eugene avesse potuto prevedere lo squeeze del big blind. Era davvero così?

Jamie ci pensa su parecchio e alla fine mette le chip al centro: “Il big blind gira A-10, proprio come pensavo, mentre Eugene mostra coppia di Dame, ovvero l’unica mano che temevo potesse realmente avere.

Il board fila via liscio e Jaime abbandona il Main event dopo pochi minuti con un grande amaro in bocca: “A mente fredda penso che la scelta di limitarsi a flattare le Dame in quella circostanza non sia la migliore in assoluto. Ci sono tantissimi flop nei quali le Dame giocano davvero male in un multi-way pot e penso che in generale si possano fare più soldi 3-bettando. Anche altri giocatori si sono trovati d’accordo con me, ma questo è stato il suo modo di giocarle. Piuttosto ‘tricky’ direi.”

 

E voi siete d’accordo con quanto affermato da Jaime Staples? Scriveteci le vostre impressioni sulla Fanpage!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari