Saturday, Dec. 14, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 19 Giu 2018

|

 

Brunson ammonisce Negreanu: “Non fare il mio stesso errore: smettila di coachare!”

Brunson ammonisce Negreanu: “Non fare il mio stesso errore: smettila di coachare!”

Area

Vuoi approfondire?

E’ sempre più l’estate di Texas Dolly: prima l’annuncio del ritiro dalle competizioni, poi il dietrofront in cui dichiara di voler dire addio alle WSOP, ma non ai suoi amati tavolo di mixed game High Stakes.

Il tempo passa, ma Doyle Brunson c’è e resterà sempre e comunque.

Nonostante l’incedere dell’età, Doyle continua ad essere particolarmente attivo anche sui social e in questi ultimi tempi, nonostante gli attestati di stima dei colleghi, è apparso particolarmente tagliente: in un Tweet di pochi giorni or sono, Brunson ha infatti dato una tirata di orecchie a Daniel Negreanu per la sua impellente voglia di formare nuovi players.

“Daniel…. Sei il miglior giocatore di tornei al mondo. Perché educhi le persone? Non fare lo stesso errore che feci con Super System. Giustifico i miei insegnamenti perché hanno creato un sacco di nuovi giocatori che necessitavamo… Oggi è già pieno di giocatori… Giusto per dire.”

Ossequiosa la risposta di Kid Poker:

“Bella performance Doyle! Fantastica da guardare! [in riferimento al 6° posto nel 2-7 Lowball, ndr.]

Come ben sai, nel poker una cosa è insegnare, un’altra è applicarsi.”

Tra due leggende viventi del giochino, un flame suonerebbe un po’ grottesco: la discussione (pubblica) sulla questione si è chiusa qui.

Ma l’effetto domino dei Social è incontrollabile è una tale esternazione non può che far discutere. Uno dei primi a esprimere il proprio parere a riguardo è stato il nostro Rocco Palumbo che sulla propria pagina Facebook ha preso senza indugi le parti di Danielino:

“Dopo aver elogiato a lungo Brunson, oggi ne parlo male. Questo tipo di atteggiamento, dove dice a Negreanu ‘perché educhi la gente, sei fortissimo, prendi i soldi e lasciali ignoranti’ è una cosa che mi schifa parecchio. Intanto se uno è avido di imparare, se vuole migliorare, se ha interesse a conoscere, che glieli insegni tu con del free content o a pagamento, comunque lui imparerà. Perché non è Negreanu o simili che fa venire la voglia di migliorare, quella la devi avere di tuo. In secundis una delle cose più belle quando si ha successo in una qualsivoglia carriera è aiutare chi vuole seguire le tue orme! Dare qualcosa indietro, aiutare la gente, di sicuro non diminuirà la tua edge, figuriamoci. Sapere che ispiri qualcuno a diventare come te è fantastico, sapere che la gente ti prende come modello…. Chiudergli una porta in faccia è terribile.”

Rocco, che aveva recentemente scritto un post proprio per osannare Brunson, ultima la sua presa di posizione, argomentando:

“Negreanu non è mai stato il mio idolo, però per il mondo del poker ha fatto tantissimo come immagine, molta gente gioca a poker perché segue KidPoker! Anche la parte dove parla di SuperSystem è ridicola, cosa pensa che la gente che ora gioca gli High Stakes è perché ha letto il suo libro? Poi uno che gioca a livelli altissimi come potrebbero essere loro due non dovrebbero proprio aver preoccupazione di aiutare un appassionato che vorrebbe iniziare la sua scalata nel mondo del poker… In questo caso Doyle …. BOCCIATO!

E voi, da che parte state? 🙂

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari