Sunday, Oct. 24, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 3 Lug 2018

|

 

Cosa ha detto Luigi Di Maio dopo l’approvazione del divieto totale di pubblicità sul gioco?

Cosa ha detto Luigi Di Maio dopo l’approvazione del divieto totale di pubblicità sul gioco?

Area

Vuoi approfondire?

“Buonasera a tutti, abbiamo appena concluso il consiglio dei ministri in cui è stato approvato il primo provvedimento economico di questo Governo che si chiama decreto dignità. Ve lo avevo promesso, avevamo promesso di fare una guerra al precariato, alla burocrazia, al gioco d’azzardo alle delocalizzazioni.. Lo abbiamo detto e lo abbiamo fatto”

Sorriso a 32 denti stampato in faccia, comincia così il video-messaggio che il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio ha pubblicato ieri sera su Facebook dopo l’approvazione del decreto dignità che contiene il divieto totale di pubblicità sul gioco.

Dopo aver riassunto brevemente le misure che riguardano il tema del lavoro precario, il pentastellato arriva all’argomento a noi più caro:

“C’è poi una cosa che seguivo anche prima diventare parlamentare, oltre 5 anni fa… E’ il tema del gioco d’azzardo. Abbiamo vietato la pubblicità dei giochi di azzardo, c’è chi era preoccupato per i contratti in essere, gli abbiamo dato un po’ di tempo di risolverli”

Di Maio si riferisce qui alla deroga fino al 30 giugno 2019 dei contratti pubblicitari già in essere, che nella bozza di settimana scorsa non era prevista.

Ma il Vice-Presidente del Consiglio poi chiarisce che il divieto sarà assoluto ponendo l’Italia all’avanguardia tra i paesi europei:

“Ma dopodichè dal giorno in cui entra in vigore il decreto che adesso dovrà essere firmato dal presidente della Repubblica la pubblicità sul gioco d’azzardo in Italia è vietata. Diventiamo uno dei paesi avveniristici in Europa, siamo il primo paese in Europa a vietare la pubblicità sul gioco d’azzardo… Non possono descrivervi l’emozione provata oggi nel consiglio dei ministri”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

In realtà, come hanno spiegato due legali esperti del settore, per essere in linea con le normative comunitarie il divieto dovrebbe prima essere notificato alla Unione Europea e solamente dopo i tre mesi di ‘stand still’ a Bruxelles potrebbe entrare in vigore – sempre che gli altri Stati membri UE non abbiano eccezioni da sollevare:

“Lo Stato italiano è obbligato a notificare il divieto di pubblicità alla Commissione europea ai sensi della Direttiva UE 2015/1535 per consentire la revisione da parte della Commissione europea e degli altri Stati Membri per il c.d. periodo di “stand still” di tre mesi il che non è avvenuto al momento – ci hanno detto gli avvocati Giulio Coraggio e Vincenzo Giuffrè.

Nel video-messaggio Di Maio non menziona nel modo più assoluto l’esclusione dal divieto di pubblicità delle lotterie a estrazione differita che è stata inclusa ieri nel testo del decreto, assolutamente non prevista nella bozza di settimana scorsa.

Ecco il video pubblicato da Luigi Di Maio:

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari