Monday, Aug. 19, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 17 Lug 2019

|

 

La partita (quasi) perfetta

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

La partita (quasi) perfetta

Area

Vuoi approfondire?

La vita è veramente strana forte e ti mette davanti a delle combinazioni che sembrano scritte dal miglior sceneggiatore hollywoodiano.

Nei giorni esatti in cui in redazione aleggia lo sconforto e la depressione per essere costretti ad adeguarci a un Decreto che in pratica ci mette il bavaglio e ci impedisce di lavorare in maniera dignitosa, l’unica notizia che veramente ci interessava veniva da Las Vegas dove i nostri connazionali (direi amici!) competevano con decine di migliaia di avversari per dimostrare di essere i migliori giocatori del mondo.

In poche parole, giocavano il Main Event delle WSOP.

Abbiamo seguito l’evento giorno dopo giorno (anzi, notte dopo notte!) con il massimo sforzo, provando a dare a tutti i nostri lettori un servizio sempre preciso e interessante. Semplicemente perchè è questo che facciamo da sempre.

La vita è veramente strana forte e proprio questa volta capita che Dario Sammartino, probabilmente il giocatore italiano con più appeal mediatico nella community, comincia una cavalcata incredibile che infiamma la nostra redazione (a proposito, vogliamo fare loro i complimenti per il lavoro fatto???) ma soprattutto coinvolge decine di migliaia di persone.

La vita è veramente strana forte e succede che proprio nei giorni in cui vogliono dignitosamente tagliarci le gambe, grazie a Super Dario ItaliaPokerClub fa registrare il record di sempre di accessi, di visite, di interazioni.

Ma la vita è strana forte, e come spesso (sempre?) accade, il lieto fine perfetto, che mi avrebbe dato modo di chiudere il cerchio con un editoriale super celebrativo, non esiste. Dario Sammartino non riesce a superare l’ultimo scoglio ed è vice-campione del Mondo di Poker.

Ci siamo fermati a un passo da poter raccontare la partita di poker perfetta, pur avendo comunque vissuto un sogno per oltre dieci giorni, e aver toccato il punto di cronaca più alto della nostra (dignitosa!) carriera.

Ci riproveremo l’anno prossimo, potete contarci, perchè per noi il poker è un gioco meraviglioso che va oltre qualsiasi divieto, blocco, imposizione.

Chiedetevi perchè per notti intere, a orari improponibili, decine di migliaia di persone hanno messo la sveglia e hanno seguito i nostri aggiornamenti, in un rush trionfale.

Chiedetevi il senso di tifare per una persona che non si conosce, esclusivamente perchè è tuo connazionale, è bravo, e rappresenta quello che hai sempre sognato di voler fare col poker.

Perchè il poker emoziona chi lo gioca ma anche chi lo segue, senza alcun interesse personale, ma solo per la passione e il senso di appartenenza. Perchè il poker, semplicemente, va raccontato e vissuto.

Perchè oggi su ItaliaPokerclub stiamo celebrando l’impresa di Dario Sammartino, e non smetteremo mai di dirgli grazie per i brividi che ci ha fatto provare.

Perchè un giorno, e potete contarci, qui su ItaliaPokerClub titoleremo che un italiano è sul tetto del Mondo.

Voi provate pure a fermarci!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari