Tuesday, Nov. 19, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 15 Set 2019

|

 

Stephen Chidwick spiega quando conviene seguire la GTO

Stephen Chidwick spiega quando conviene seguire la GTO

Area

Vuoi approfondire?

La GTO, ormai lo abbiamo capito benissimo, è un argomento che ciclicamente ritorna sempre nei discorsi degli appassionati di poker.

E quindi rieccoci qua a discuterne anche noi. Colpa (o merito?) di un podcast dello scorso anno rilanciato di recente dall’emittente televisiva Poker Central.

Il protagonista di questo podcast è un ospite d’eccezione: il britannico Stephen Chidwick, uno dei torneisti più forti di sempre. Vi basti sapere sul suo curriculum che è il n° 1 della England All Time Money List con oltre 32 milioni di dollari incassati negli eventi live…

Chidwick durante l’intervista con Remko Rinkema ha parlato per oltre 50 minuti toccando il fatidico argomento GTO che lui ha iniziato a studiare nel 2015, per la cronaca.

Per chi ancora non sapesse cosa è la GTO, precisiamo che stiamo parlando della Game Theory Optimal. In italiano traducibile come la teoria del gioco ottimale.

Ecco cosa dice Chidwick a riguardo: “L’introduzione di alcuni solver nel poker ha cambiato il gioco. Io ho iniziato a lavorarci nel 2015. Il mio primo solver si chiamava Cardrunner EV, richiedeva parecchio tempo ed era difficile da usare. PioSOLVER è un software decisamente più avanzato, il migliore che abbia mai visto“.

Chidwick è la conferma vivente che nel poker bisogna studiare per vincere: “Ho speso tempo a studiare le teorie dietro a certe mani. Il computer mi suggeriva di fare check-raise o slow play in certe mani secondo certe percentuali. Perciò usavo quelle basi di partenza aggiungendo del gioco exploitativo. Bisogna prima conoscere le basi per capire se gli avversari le seguono oppure no“.

Dunque prima la GTO e poi tutto il resto? Ricordiamoci che uno come Viktor Blom è stato un boss dell’online anni fa senza HUD. Ma per gli specialisti odierni degli high roller questi strumenti tecnologici sono diventati troppo importanti per tornare indietro.

Sentiamo ancora Chidwick a proposito: “Un giocatore non dovrebbe ignorarli. Però ci sono, in effetti, giocatori che non li usano e sono buoni giocatori. Se sei intelligente riesci a capire il gioco lo stesso. Puoi diventare bravo senza solvers“.

Chidwick tuttavia non si è accontentato di essere un buon giocatore. Nell’ultimo anno e mezzo ha incassato qualcosa come 19 milioni e mezzo di dollari. Per lui la GTO funziona, sebbene non regoli al 100% il suo poker.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari