Il tribettato in cui Antonio Esfandiari umiliò Phil Laak | Italiapokerclub

Friday, Jun. 5, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 6 Apr 2020

|

 

Il tribettato in cui Antonio Esfandiari umiliò Phil Laak

Il tribettato in cui Antonio Esfandiari umiliò Phil Laak

Area

Vuoi approfondire?

Tranne poche, circoscritte, eccezioni, che vincano o che perdano, di solito i pokeristi restano imperturbabili e imperscrutabili al tavolo verde.

E’ anzitutto una questione di lasciare tell: far vedere la propria reazione potrebbe offrire agli avversari importanti informazioni.

In una mano storica della seconda stagione di High Stakes Poker, però, il bluff piazzato da Antonio Esfandiari all’amico Phil Laak brucia troppo per non farlo scomporre.

E così, per calmare l’ex agente di Wall Street, arriva il caldo abbraccio della compagna, Jennifer Tilly.

In un video pubblicato i giorni scorsi da PokerCentral sul suo canale Youtube Antonio ha ricordato quella mano.

 

“Voglio vedere se hai gli Assi o Dieci-Cinque”

Su blinds 500-1.000$ Matusow apre da early position 2.100$ con A4, Laak chiama con JJ, Esfandiari rilancia 10.300$ con T3.

Matusow folda, Laak chiama e dice ad Antonio che vuole vedere se è pieno o vuoto indicandogli le carte specifiche della polarizzazione: Assi o Dieci-Cinque. Esfandiari non reagisce in alcun modo.

Flop 685, Esfandiari punta 17.000$, Laak folda senza pensarci neanche troppo, ma non sembra per niente convinto.

Quando ‘The Magician’ gli dice che era più vicino al Dieci-Cinque che non agli Assi, sghignazzandosela come si vede nella immagine in alto, Laak reagisce.

In suo aiuto arriva Jennifer Tilly che lo cinge da dietro le spalle:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

tilly consola laak

 

 

Amici da cinque anni

Nel video di PokerCentral Esfandiari racconta che con Phil Laak erano amici da tempo, anzi molto più di amici, come è vero che avevano passato diversi anni a girare assieme a giocare a poker:

“Al momento di quella partita io e Phil Laak avevamo giocato a poker insieme per tipo cinque anni. Lui aveva lasciato Wall Street perchè io lo chiamavo ogni giorno dicendogli cosa stava succedendo. Poi abbiamo viaggiato insieme per quattro o cinque anni finchè non mi lasciò per Jennifer”

Anche per questo Esfandiari dimostra molto rispetto per il Laak giocatore.

“Era un giocatore cash davvero tosto, ci eravamo intricati un po’ quella sera. Ero seduto alla sua sinistra e gli avevo fatto un paio di bluff, uno aveva funzionato e uno no”.

 

Il video della mano

Nel video pubblicato da PokerCentral sul suo canale Youtube si vede anche un altro bluff che nella stessa partita Esfandiari piazzò a Matusow: per vederlo basta cliccare nel riquadro sotto.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari