Monday, Oct. 26, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 2 Mag 2020

|

 

Galfond Challenge: doppia sessione da sballo per Phil e ActionFreak sprofonda

Galfond Challenge: doppia sessione da sballo per Phil e ActionFreak sprofonda

Area

Vuoi approfondire?

Uno-Due micidiale da parte di Phil Galfond. La Galfond Challenge assume contorni idilliaci per il padrone di casa nella sfida contro ActionFreak. Se nelle prime due sessioni il duello sembrava sorridere a quest’ultimo, fra terzo e quarto capitolo Phil Galfond si è trasformato in modalità rullo compressore. Due acuti rispettivamente da 310 mila e 113 mila euro per Phil.

Insomma, dopo 2.671 mani giocate sulle 15 mila totali, il “Padrone di casa” sembra già aver preso il volo. Vero che nel Pot Limit Omaha la varianza è sempre dietro l’angolo e c’è pure il precedente della rimonta di Galfond nel duello con “Venividi“, ma serve davvero il miracolo ad “ActionFreak” per colmare il gap di 416 mila euro di passivo. La strada è ancora lunga e ogni sessione può essere quella giusta per dare la svolta.

Vediamo quindi, cosa è successo fra terzo e quarto capitolo nella Galfond Challenge, mentre il 6 maggio ci sarà una sessione speciale fra Phil Galfond e Dan “Jungleman12” Cates .

Galfond di prepotenza

La Galfond Challenge, dopo due sessioni giocate, vedeva lo sfidante “ActionFreak“avanti di 7.529 euro su 1.162 mani giocate. Soprattutto aveva lasciato tutti basiti Phil Galfond. Quest’ultimo nel secondo giorno si era portato in vantaggio di 180 mila dollari, prima di dilapidare tutto. Memore di quanto successo nel capitolo precedente, Phil ha sfoderato una prestazione a dir poco maiuscola nel day 3.

In 844 mani giocate, il “padrone di casa” letteralmente asfalta l’avversario. Decisiva la mano in cui finiscono ai resti sul board 4 Q 5 4 con Galfond che mostra A A 10 8 e dall’altra “ActionFreak” che gioca con J 10 5 5 .

Quest’ultimo è avanti grazie al set di cinque, ma un clamoroso A al river ribalta tutto, consegnando il set superiore a Phil Galfond che incassa oltre 76 mila euro in un solo colpo. A fine giornata il parziale della sessione vede Phil chiudere con un attivo di 310.594 euro che vale un vantaggio complessivo nella sfida di 303.065 bigliettoni.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Phil allunga

Dopo i fuochi d’artificio nel day 3 della Galfond Challenge, ti attendi il giorno seguente la reazione veemente di “ActionFreak” e invece ancora una volta domina la scena Phil Galfond. Il padrone di casa lavora ai fianchi lo sfidante e lascia un altro pesante segno nella sfida.

Nel quarto capitolo della saga Phil su 665 mani giocate incassa altri 113.377 euro e aumenta il vantaggio complessivo sull’avversario. In tutto sono state disputate per il momento 2,671 mani e Galfond ha un attivo di 416.442 mila euro. Numeri pesantissimi dopo poche sessioni.

Resta ancora molto da giocare, ma la sfida inizia a prendere una piega molto positiva per Phil Galfond.

Il 6 maggio arriva Dan Cates

Se la “Galfond Challenge” contro “ActionFreak” prosegue a spron battuto, lo stesso non si può dire della sfida vs Bill Perkins. Qui sono appena due i giorni giocati e Phil Galfond conduce già le danze. Ma da oltre una settimana i due giocatori non si affrontano a causa di problemi tecnici dello sfidante.

In attesa che questo duello possa riprendere, il 6 maggio è stata annunciata una sessione di 750 mani tra Phil Galfond e Dan Cates. “Jungleman12” prenderà parte alla Galfond Challenge più avanti e la sfida fra i due mette in palio l’onore, oltre ai soldi della singola sessione. Chi perde infatti, dovrà spiegare in un video perché l’avversario è più forte. Insomma, lo spettacolo non mancherà di sicuro.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari