Friday, Apr. 23, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 23 Feb 2021

|

 

La fine di un’era: Full Tilt chiude definitivamente i battenti

La fine di un’era: Full Tilt chiude definitivamente i battenti

Area

Nell’era d’oro del poker Full Tilt è stata una delle poker room, se non LA poker room, che dominava il mercato.

Tuttora, secondo il portale HighStakesDB, i pot più grandi mai giocati nel cash game online vengono tutti da Full Tilt, quando Antonius, Blom e Ivey facevano il bello e il cattivo tempo ai tavoli PLO $500/$1.000.

Poi il 15 aprile 2011, il giorno divenuto famoso nel mondo del poker come Black Friday, tutto il castello di carte crollò.

Le principali room vennero chiuse dal Dipartimento di Giustizia americano, e mentre PokerStars riuscì tempestivamente a riprendere il dominio .com per restituire ai giocatori americani i loro soldi, Full Tilt si trovò in una condizione più spiacevole dalla quale non riuscì ad uscire da sola.

PokerStars salvò Full Tilt dal disastro finanziario acquistandola l’anno successivo, e nel 2016 unì le due piattaforme in un solo gigantesco sito, trattando Full Tilt come una skin di PokerStars, condividendo quindi field, tavoli e tornei, e differenziando le due solo dal punto di vista estetico.

Nonostante i tentativi di far rifiorire Full Tilt, il traffico post black friday non era nemmeno paragonabile a quello precedente.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Si tentò poi di rendere Full Tilt una room orientata ai giocatori amatoriali, rimuovendo cose come la table selection, i tavoli nosebleed e le partite Heads-Up, ma anche questo non riscosse sufficiente successo.

Oggi la room della picca rossa ha annunciato che il 25 febbraio l’iconico brand Full Tilt non sarà più disponibile, e i giocatori migreranno in maniera definitiva su PokerStars.

“Il nostro impegno nel migliorare il software di PokerStars e la customer experience negli ultimi anni ha limitato l’ammontare di concentrazione e risorse che possiamo applicare nell’evoluzione di Full Tilt”

Dopo aver contribuito nel bene e nel male alla crescita del mondo del poker, con un team pro che vedeva nomi del calibro di Ivey, Dwan, Blom, Hansen (e Filippo Candio come red pro), dopo aver ingaggiato epiche battaglie tra il team pro di PokerStars e quello di Full Tilt, dopo aver inventato il rush poker, fra pochi giorni si chiuderà un pezzo di storia del poker, durato ormai più di 16 anni.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari