Saturday, Feb. 27, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 18 Mag 2016

|

 

Addio a Full Tilt, la storica room si è fusa definitivamente con la sua ex rivale PokerStars

Addio a Full Tilt, la storica room si è fusa definitivamente con la sua ex rivale PokerStars

Area

Vuoi approfondire?

Per i più nostalgici la notizia sarà stata un vero colpo al cuore. Dal 17 maggio la storica poker room Full Tilt è diventata in pratica solo un vecchio ricordo.

Già nello scorso mese di febbraio la società Amaya aveva annunciato che Full Tilt e PokerStars si sarebbero fuse in un’unica piattaforma, che ora controlla circa il 70% del mercato mondiale del poker online.

Anni fa le due room si contendevano la leadership del mercato ed ora invece sono un’unica realtà. La fusione è avvenuta effettivamente ieri, martedì 17 maggio, nel bel mezzo dello Spring Championship of Online Poker di PokerStars che si concluderà domenica prossima, ovvero il 22 maggio.

I clienti di Full Tilt hanno ricevuto una mail con tutte le indicazioni del caso. I soldi eventualmente presenti sui conti FT e i punti guadagnati sono stati trasferiti automaticamente su PokerStars.

Ecco qui sotto alcuni esempi di schermate che testimoniano questo doloroso momento storico per il poker online. Full Tilt ha fatto sognare molti appassionati anni fa, prima di quel maledetto Black Friday del 2011. Dal rilancio del 2012 le quote di mercato sono sempre state in declino.

Si chiude definitivamente un capitolo della storia del poker che ha entusiasmato per molti anni, prima di far arrabbiare i numerosi clienti rimasti fregati da un sistema truffaldino e disonesto. C’erano anche tanti italiani tra quei giocatori che hanno aspettato per molto tempo i loro soldi dei conto Full Tilt…

 

update full tilt poker

full tilt login

 

Nell’immagine qui sotto potete vedere come appare ora la lobby di Full Tilt, praticamente identica a quella di PokerStars per quanto riguarda l’offerta di tornei.

Ora la room leader del mercato (PS) ha di fatto assorbito quella che occupava il 14° posto nei ranking mondiali. L’impatto sulla liquidità non sarà poi tanto sensibile, ma il momento resta comunque storico.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

full tilt nuova lobby mtt

 

Impossibile dimenticare i tanti campioni che hanno indossato negli anni d’oro la patch di Full Tilt: Phil Ivey, Gus Hansen, Chris Ferguson, Eric Seidel, Allen Cunnigham, Jennifer Harman, John Juada, Mike Matusow, Patrik Antonius…

La room venne fondata nel 2004 da Raymond Bitar, Howard Lederer e altri noti soci che hanno passato diversi guai in questi ultimi anni e sono odiati da tutta la comunità.

Full Tilt è stata acquistata dieci anni dopo la sua nascita, nell’agosto del 2014, dal gruppo Amaya che ci ha impiegato dunque meno di due anni ad assimilarla in PS.

Scappa quasi una lacrimuccia ricordando gli italiani che si sono misurati ai tavoli della room contro i più forti giocatori mondiali. È il caso per esempio di Marcello Marigliano o Fabrizio Baldassari.

Diversi pro di casa nostra hanno anche indossato la patch FT. Max Pescatori, Filippo Candio, Flavio Ferrari Zumbini sono stati alcuni dei personaggi che hanno legato il loro nome alla room in passato.

Come se non bastasse tutto questo, il 31 maggio dirà addio anche la room francese Everest Poker, che invece ha sponsorizzato gente come Cristiano Blanco e Francesco De Vivo.

Il mondo del poker online è sempre in continuo mutamento e c’è poco spazio per i nostalgici. Il mese di maggio del 2016 verrà ricordato probabilmente come quello dei grandi addii.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari