Friday, Jul. 30, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 3 Apr 2012

|

 

Chris Ferguson ha chiesto un rinvio sul caso Full Tilt Poker

Chris Ferguson ha chiesto un rinvio sul caso Full Tilt Poker

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Se da una parte Chad Elie e John Campos hanno deciso in qualche modo di patteggiare la pena riguardo il Black Friday, Chris Ferguson, invece, ha chiesto ed ha ottenuto una proroga fino al 14 maggio per decidere come difendersi contro le accuse che vengono mosse contro di lui.

In un primo momento “Jesus” aveva deciso di non difendersi, ma adesso pare che abbia voglia dire la sua sul caso Full Tilt Poker e sul Black Friday in generale.

La sua posizione, sin da subito, non è sembrata essere così tranquilla: nei suoi confronti pende l’accusa di frode derivante da gioco d’azzardo con l’aggravante di aver fatto sparire quasi 440 milioni di dollari secondo il classico “schema di Ponzi”, ovvero un sistema “truffaldino” che permette a chi comincia la catena e ai primi coinvolti di ottenere alti ritorni economici a breve termine, ma richiede continuamente nuove vittime disposte a pagare le quote.

Dal 15 aprile dell’anno scorso Ferguson ha mantenuto sempre un basso profilo: niente comparse pubbliche, con il suo avvocato che in più di una circostanza ha affermato come il suo assistito fosse completamente innocente.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ad inizio anno, Ian Imrich, legale di Chris Ferguson aveva anche sostenuto come il suo assistito stesse avendo un dialogo positivo con il Dipartimento di Giustizia.

In un documento rilasciato dal tribunale, qualche giorno fa, si legge: Chris Ferguson ha richiesto più tempo per rispondere alla denuncia emessa nei suoi confronti… il procuratore Preet Bharara ha accettato la richiesta di rinvio presentata da Ferguson fino al 14 maggio, tempo limite per presentare una formale risposta alla denuncia nei suoi confronti.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari