Thursday, Aug. 13, 2020

Strumenti

Scritto da:

|

il 29 Set 2014

|

 

Dalla sedie ergonomiche alle postazioni ‘Zero Gravity’: guida alle poltrone ideali per grindare

Dalla sedie ergonomiche alle postazioni ‘Zero Gravity’: guida alle poltrone ideali per grindare

Area

Il gioco del poker ci tiene tantissimo tempo seduti sulla sedia. Se negli eventi live dobbiamo affidarci all’organizzazione e agli arredamenti del Casinò del momento, nel gioco online, ovvero a casa, siamo noi a poter decidere quale poltrona comprare per il nostro comfort.

Chi passa diverso tempo davanti al computer, che sia per lavoro, divertimento o altro, sa perfettamente quanto sia difficile trovare una posizione che permetta di rimanere comodi, senza che la schiena assuma posture dannose.

Ma come si sceglie la sedia più adatta alle nostre esigenze? Per primissima cosa, non è obbligatorio che una sedia sia comoda al primo utilizzo. Anzi: una sedia troppo comoda già dalla prima impressione rischia di non essere adatta a un utilizzo intensivo per lunghi periodi.

Per quanto riguarda invece la parte strettamente anatomica, una sedia che rispetti il nostro fisico, e soprattutto la postura della schiena e della testa, è sicuramente quella che, oltre ad avere delle belle imbottiture sul sedile e sulla spalliera, è corredata di braccioli laterali e allungabili in funzione della nostra altezza.

Inoltre deve consentire anche di alzare o abbassare il sedile e di regolare l’inclinazione dello schienale avanti e indietro.

La scelta dei grinder è spesso caduta su sedie da ufficio. La più gettonata è sicuramente la ‘Markus’ di IKEA. Sedile in crosta di pelle per una facile pulizia, meccanismo a dondolo regolabile a posizioni fisse per garantire massima stabilità, supporto lombare integrato e poggiatesta per extra supporto a collo e schiena, la sedia si può comprare per massimo di 160€ che garantisce un ottimo compromesso qualità / prezzo.

ikea markus

Tuttavia negli ultimi anni si sta diffondendo un nuovo tipo di sedie che prevedono l’uso dei poggia ginocchia e sono dette sedie ergonomiche. Una sedia ergonomica aumenta la produttività di chi la usa per molte ore al giorno perché contribuisce a ridurre la sensazione di fatica e di disagio.  

Per questa tipologia di sedie vi consigliamo le Varier della ditta norvegese Stokke.  Forse un po’ ingombranti per un ufficio di piccole dimensioni, me essendo basculanti sono utilissime contro i dolori alla schiena. L’arco alla base della sedia impedisce infatti di stare fermi e questo permette la costante movimentazione del bacino e delle articolazioni superiori per ripristinare l’equilibrio in pieno relax.

Il movimento costante comunque non è gradito da tutti e può essere un ostacolo all’acquisto di questo prodotto. I due poggia ginocchia servono per offrire due tipi di seduta diversi: la seduta standard  e la posizione inginocchiato.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

varier-variable

Una terza posizione molto usata è quella semi-sdraiata. Per quanto possa risultare scomoda, si rileva in realtà molto comoda con i giusti accorgimenti nel posizionamento dei monitor e dei dispositivi di puntamento, che devono trovarsi alla giusta distanza e alla giusta inclinazione.

Se non vogliamo adattare soluzioni fai da te, magari modificando il nostro letto, possiamo rivolgersi a diverse aziende che hanno sviluppato le cosiddette postazioni ‘Zero Gravity’.

Naturalmente si tratta di soluzioni molto dispendiose dal punto di vista economico, ma davvero efficaci e professionali. La Ergoquest, ad esempio, propone diverse soluzioni interessanti, con la possibilità di personalizzare al massimo la propria posizione di lavoro per prezzi che partono da circa 4.000 dollari.

zero gravity work station

In conclusione, va fatto notare che, se la necessità di una sedia diversa deriva dalle tensioni causate dallo stare a lungo seduti in una stessa posizione, è utile anche notare il tipo di respirazione che manteniamo durante le nostre sessioni di grinding.

Una respirazione addominale scarsa è una delle cause della contrazione del bacino su se stesso e del conseguente inarcamento eccessivo delle spalle in avanti.

Prendersi 5 minuti ogni 2-3 ore per respirare con l’addome è un buon modo per rilassare anche vertebre, schiena e spina dorsale.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari