Thursday, Aug. 13, 2020

Strumenti

Scritto da:

|

il 22 Set 2014

|

 

Qual è il mouse ideale per giocare a poker online?

Qual è il mouse ideale per giocare a poker online?

Area

Vincere soldi con un click: questa è la sintesi, alquanto superficiale, del mestiere del poker pro, ma alla fin fine è proprio il cliccare sul mouse che permette ai più capaci di “stampare” soldi.

Trovare il mouse giusto per grindare non ci farà avere come per magia delle abilità pokeristiche che non abbiamo, ma può essere di grande aiuto per evitare posizioni scomode e relative patologie dovute all’ infiammazione del polso e della mano.

Il mouse è senza dubbio “l’arma” nelle nostre mani, è doveroso quindi pensare alla nostra comodità e a tutti gli accessori che possano aiutarci a migliorare il comfort delle nostre sessioni.

Vediamo ora quanti tipi di mouse possiamo trovare in commercio, in cosa si differenziano e quali sono i più indicati per le lunghe sessioni al pc.

Partiamo con un punto comune per qualsiasi tipo di mouse: la risoluzione. Vi sarà capitato spesso di leggere nelle specifiche del dispositivo il numero DPI: si tratta dei Dot per inch (punti per pollice) ovvero il numero dei rilevamenti che fa il mouse.

Più questo numero è alto, più il mouse è sensibile agli spostamenti, ma ciò non significa necessariamente che il mouse sia più o meno preciso poiché tutto dipende dalla risoluzione del monitor che si utilizza.

Giocando molti tavoli affiancati avremo bisogno sicuramente di un mouse preciso e sopratutto veloce, ma attenzione: comprare un mouse da 5000 DPI ci permetterà sì di vedere il cursore schizzare con facilità, ma non è detto che sia altrettanto preciso.

Questo dipenderà molto dalla risoluzione del nostro monitor, ma in linea generale, con risoluzioni intorno a 1680 x 1050 possiamo utilizzare benissimo un mouse da circa 1500 DPI.

 

MOUSE TRADIZIONALE 

Sono i dispositivi di puntamento più usati e ne possiamo trovare di ogni genere ed ogni forma. Ne esistono di diversi tipi a seconda dell’utilizzo che ne facciamo, da questo punto di vista il mercato dei mouse dedicato ai videogame ad esempio, è molto vasto con tantissimi modelli costantemente in uscita. Ciascuno impugna il mouse in maniera differente e, anche se sembra una cosa di poco conto, capire qual è il proprio stile è utile per poter scegliere la periferica più opportuna al caso nostro.

Molti produttori hanno classificato i mouse in 3 tipi: Palm Grip (tutto il palmo poggia sulla superficie del mouse), Fingertip Grip (il mouse è toccato solo dalle dita), Claw Grip (presa ad “artiglio” con una piccola parte del palmo appoggiata sul retro e con le dita per fare gli spostamenti).

PRO: tanti modelli differenti; spesa economica adatta per qualsiasi portafoglio.

CONTRO: necessità di spazio per il movimento; può provocare problemi al polso e alla mano a causa dello sfregamento e di posizioni errate.

IL NOSTRO PREFERITO: Razer Ouroboros (foto)

razer

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

MOUSE VERTICALI

Si differenziano dai mouse tradizionali per lo sviluppo verticale e i tasti laterali. Nonostante le poca diffusione, sono molto utili in quanto la posizione del polso e della mano non comporta alcun tipo di torsione, e di conseguenza riduce i casi di infiammazione. L’impugnatura sì inusuale, ma molto efficace, ha bisogno di un vero e proprio adattamento e spesso i mouse di questo tipo vengono abbandonati proprio per la loro posizione differente che non rende immediato il primo utilizzo.

PRO: riduce i casi di infiammazione della mano e del polso.

CONTRO: costo elevato; può risultare difficile l’adattamento alla posizione.

IL NOSTRO PREFERITO: Evoluent VM3

mouse-verticale-570x366

 

TRACKBALL

Ci troviamo di fronte a una sfera comandata dalla mano che si comporta in maniera del tutto analoga a un mouse, in prossimità della quale si trovano pulsanti e rotelline. La tipologia più comune di trackball prevede una sfera di 3 o 4 cm di diametro, mossa con il dito indice o medio, ai cui lati sono posti i pulsanti. Una variante di questa impostazione lascia al pollice il compito di ruotare la pallina, mentre la funzione delle altre dita è premere i pulsanti.
I vantaggi nell’utilizzo della trackball sono molteplici: per prima cosa non necessita di spazio per il movimento, inoltre fornisce una precisione di puntamento superiore a quella di un mouse, poiché viene comandata dalle dita della mano, mentre il movimento del mouse richiede una più complessa coordinazione di mano, polso e braccio. La velocità di puntamento può essere un fattore importante per l’utilizzo come mouse dedicato al grinding. 

PRO: non necessita di movimento; puntamento più preciso; riduce l’infiammazione ai polsi.

CONTRO: costo elevato; può risultare complicato effettuare movimenti rettilinei senza escursioni laterali.

IL NOSTRO PREFERITO: Logitech trackball M570

logitech-wireless-trackball-m570

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari