Wednesday, May. 29, 2024

Poker Online

Scritto da:

|

il 15 Ott 2014

|

 

L’Integrità giochi di Pokerstars toglie punti TLB a Christian Nuvola: “Non conoscevo l’avversario in sit-out”

L’Integrità giochi di Pokerstars toglie punti TLB a Christian Nuvola: “Non conoscevo l’avversario in sit-out”

Area

Vuoi approfondire?

Strana storia che acquista il sapore di un piccolo giallo dell’online è capitata a Christian Nuvola domenica scorsa mentre giocava un torneo da 20€ ai tavoli di Pokerstars.

ninetto1989’ è arrivato all’Heads Up finale contro il giocatore ‘Trullo_Cash’. Dopo un deal a due l’avversario di Nuvola ha abbandonato la partita all’improvviso, a quanto pare per un sopraggiunto impegno.

Più tardi Christian ha ricevuto una mail del servizio Integrità giochi di Pokerstars in cui gli veniva comunicato che gli sarebbero stati tolti i punti TLB vinti grazie all’avversario in sit-out.

Questo il testo della comunicazione della picca rossa, che il giocatore veneto ha pubblicato sulla sua fanpage Facebook.

“La informiamo che e’ venuta alla nostra attenzione che nel torneo 985015279, lei ha fatto un accordo con Trullo_Cash’ che comprendeva che lei prendeva i punti per finire il torneo primo senza competere per vincere […] La politica di PokerStars sulla condivisione dei punti di tornei è molto chiara […] Non sono consentiti accordi per i punti Leader Board di torneo o Leader Board Sit & Go. Tale azione potrebbe portare alla revoca di tutti i punti Leader Board assegnati a tutti giocatori del torneo coinvolti nell’accordo. Alla fine di quest’anno addebiteremo la differenza tra i punti assegnati per il primo posto e il secondo posto (112,50 punti). Cordiali saluti”

In pratica per il servizio Sicurezza è come se Christian abbia fatto un accordo con l’avversario per finire il torneo in prima posizione e guadagnare così più punti della tournament leaderboard, la classifica annuale di Pokerstars per i giocatori di tornei, in cui occupa attualmente la seconda posizione con 31.241,16 punti, alle spalle di Alessandro ‘Deneb93’ Pinchierri che ne ha 31.702,69.

Raccontandoci l’accaduto Christian premette di essere arrivato all’Heads-Up finale da pari stack, con circa 50 – 60 blinds a testa. ‘ninetto1989’ racconta così il momento cruciale:

“Arrivati all’Heads Up ‘Trullo_Cash’ mi chiede di fare un deal e io gli rispondo di si. Subito dopo la mia risposta esce fuori dal nulla un altro giocatore, ‘Cafu65’, che gli dice di farmi vincere. A quel punto io rispondo a Trullo, e non all’altro giocatore, dicendogli di mettersi anche lui in sit out per fare il deal. Nella mano successiva mi metto anche io in sit out”.

A poche mani dalla ripresa dei giochi dopo il deal succede un fatto imprevisto:

Poco dopo essere tornati a giocare l’avversario mi ha scritto in chat che doveva andare via perché era arrivata la sua ragazza, ma certamente non gli ho chiesto io di mettersi in sit out e abbandonare il torneo. Per questo non mi merito alcuna penalizzazione”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Probabilmente la security di Pokerstars ha esaminato la chat di un tentativo di deal avvenuto a tre player left:

A tre left e ‘Trullo_Cash’ ha scritto se avevamo intenzione di fare un deal, anche se si aspettava che avremmo risposto negativamente. Io gli rispondo dicendo che l’avrei fatto solo se avessi vinto io, ma era chiaramente una battuta anche perché ero il più deep di tutti.

Nuvola prosegue dicendo di aver notato qualcosa di strano:

“Mi sembrava che qualcosa non tornasse. Non appena il mio avversario si è messo in sit out si è presentato in chat il moderatore scrivendo che per qualsiasi problema dovevamo contattare il supporto. Io a quel punto mi sono chiesto chi poteva chiamare il moderatore in quel momento del torneo e soprattutto a cosa servisse. Ho pensato che solamente un giocatore invidioso o qualcuno in lotta per la classifica potesse mandare una mail in quel momento invitando il moderatore a leggere la chat”.

Secondo Christian, però, un accordo come quello prospettato dall’Integrità Giochi di Pokerstars è da escludere categoricamente.

 “Il punto – conclude Christian – è che non ho idea di chi sia stato il mio avversario. Potrei capire tutto questo se in Heads Up ci fosse stato un regular più noto. Con questo giocatore, infatti, prima di questa volta non ci eravamo mai scritti in chat. Quando eravamo in tre e ha proposto il deal gli ho fatto una battuta semplicemente perché ero deep e non mi interessava il deal.”

Ovviamente per il Re delle Leaderboard di Pokerstars alla fine dell’anno questi potrebbero essere punti pesanti.

E anche se tutto, stando alle parole di Nuvola, sembrerebbe ricondursi a un banale equivoco, non si può fare a meno di notare con piacere come il Dipartimento Integrità Giochi di Pokerstars sia sempre vigile per monitorare i casi che gli vengono segnalati.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari