Friday, Jan. 24, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 21 Nov 2016

|

 

MTT Win The Button, il parere di D’Amore e Zago: “Avrebbero dovuto ritoccare il palinsesto in altro modo”

MTT Win The Button, il parere di D’Amore e Zago: “Avrebbero dovuto ritoccare il palinsesto in altro modo”

Area

Vuoi approfondire?

Tra qualche ora andrà in scena l’ultima novità lanciata da PokerStars.it, ovvero il torneo ‘Win The Button’ di cui vi abbiamo parlato stamattina.

3.000 chips di partenza, livelli standard da 10 minuti e l’aggressività che sarà senza ombra di dubbio uno dei fattori chiave per far bene, run permettendo.

Chi vincerà la mano, infatti, conquisterà il bottone e non sarà chiamato a pagare i bui, cosa assolutamente non da poco.

Lo shuffle up & deal è previsto per le 23.15, dunque è facile pensare che il primo vincitore lo conosceremo a notte fonda.

Abbiamo chiesto il parere su questo nuovo format a due regular del palinsensto, Alex ‘DoyleSuccess’ D’Amore e Michele ‘zago85’ Zago.

Michele Zago: E’ una modalità mai sperimentata, comunque lo giocherò. Il fatto che abbiano tolto il The Big 50€ non è un dramma, dato che era per l’80% popolato da regular e multiaccount. Difficile dunque avere un ROI positivo sul lungo periodo. Sarà disperato solo Nicola ‘JhonCheever’ Cappellesso, era questo uno dei suoi mtt preferiti (ride). La nuova formula potrebbe comunque incuriosire qualche amatore in più, fatto sicuramente positivo. Non ho mai giocato un evento simile, ma è facile capire che la formula porterà tanta più action rispetto a un torneo classico.

zago

Michele ‘zago85’ Zago

Alex D’Amore: Lo reputo un torneo abbastanza stupido, ma ovviamente da provare. Non credo avrà successo, la gente si stuferà velocemente. Hanno messo solo 3.000 chips e l’occasionale ne vuole una montagna. Non ha neppure un garantito appetibile, avrei messo almeno 10.000 euro. A dir la verità non mi faceva impazzire nemmeno il The Big 50€ per garantito e orario, ma era meglio di questo!

I due ci hanno parlato della loro strategia per stasera, ma soprattutto di cosa cambierebbero nel palinsesto se fossero loro al timone di PokerStars.

Michele Zago: Non è turbo, quindi i primi livello lo giocherò come un mtt normale. Studierò il tavolo e gli avversari più allegri. Con l’alzarsi dei blind aggredirò di più per vincere il bottone, sia per evitare di pagare i bui, cosa che ipoteticamente potrebbe accadere per più di un’orbita, sia per avere posizione sugli altri e gestire meglio il tavolo. Dovrebbe essere più tecnico rispetto agli altri tornei, a meno che la gente non cominci a speware a caso per vincere il bottone ogni mano. Per quanto riguarda il palinsesto, metterei il re-entry al NOS, poi toglierei tutti gli ZOOM, i 4-max e il Bubble Rush. Aggiungerei un Daily Deep da 50€ intorno alle 21.00 da affiancare al classico 50€ 6-max, poi un KO da 50€ al posto del 20€ KO (volendo anche con livelli da 7 minuti). E metterei in generale più mtt la domenica.

Alex D’Amore: Non l’ho mai provato, quindi lo giocherò come qualsiasi altro mtt. Avrei piuttosto cambiato altre cose nel palinsesto, avrei preferito ad esempio il ritorno del NOS 2nd chance. Così come avrei inserito il re-entry al Night On Stars, cosa che ho suggerito stanotte via mail. Alzerei poi i garantiti visto che per fortuna non ci sono più overlay. Porterei il The Big 30€ e il KO 30€ a 10.000€ (non solo il lunedì), il NOS del giovedì a 100.000€ e cambierei l’orario del 50€ 6-max 3-stacks, visto che agli occasionali i 6-max non piacciono troppo. Insomma, fatemi presidente di PokerStars e vi darò un nuovo mondo (ride)!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari