Monday, Sep. 26, 2022

Poker Online

Scritto da:

|

il 27 Feb 2017

|

 

Reg War al NOS KO: Andrea Sorrentino trasforma in bluff le sue Dame e Luigi Curcio mette sotto la best hand!

Reg War al NOS KO: Andrea Sorrentino trasforma in bluff le sue Dame e Luigi Curcio mette sotto la best hand!

Area

Vuoi approfondire?

Chi l’ha detto che per fare un buon bluff bisogna utilizzare i blocker?

Se non siete convinti chiedete a Andrea ‘ANDREXSORRE’ Sorrentino, protagonista assieme a Luigi Curcio di una mano particolarmente interessante giocata alcuni giorni fa nelle fasi finali del Night On Stars K.O. su PokerStars.it.

Un bluff ‘di braccio’ come si suol dire, che tuttavia ha permesso a Sorrentino di aggiudicarsi un bel piattone a poche eliminazioni dal final table, costringendo Curcio a gettare nel muck la mano migliore.

Ci troviamo al livello 1.000/2.000, ante 200 e UTG apre i giochi rilanciando 5.200: Sorrentino flatta Q Q da hi-jack e Curcio completa da big blind.

Il flop è K 10 4 e original raiser c-betta 8.300 trovando il call di entrambi i suoi avversari.

Al turn arriva un 8 che freeza l’action dell’original raiser, mentre Sorrentino punta 15.660 a cui segue soltanto il call di Curcio.

Il river è un 3, una blank per eccellenza sulla quale Sorrentino decide di mettere tutto il suo stack al centro , circa 40.000, su un pot da oltre 74.000 gettoni…Curcio ci pensa qualche secondo e alla fine decide di passare mostrando J 9.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

E ora sentiamo il TP di Andrea Sorrentino che ha deciso di trasformare in bluff la sua mano:

Sull’apertura di Utg, un player non particolamente forte, decido di limitarmi al call. Avrei potuto anche 3-bet brokare in questa situazione ma ho preferito flattare per mixare. Diciamo che il call sulla c-bet di original raiser su quella texture è sicuramente – EV, nonostante dopo l’apertura la sua c-bet era praticamente scontata, tuttavia chiamo per quelle volte in cui posso essere ancora sopra ma soprattutto perché, avendo posizione, ho in mente di combinarla su diversi turn scary che posso rappresentare essendo nel mio percepito. Quando però mette anche Curcio comincio a preoccuparmi perché il suo call è molto strong: un K debole lo avrebbe probabilmente foldato, ma potrebbe avere un A-x di picche, J-Q con Dama a picche…insomma, ci sono tante combo che hanno una grande equity, senza contare che potrebbe addirittura aver floppato colore.

Quando al turn cade picche ormai sono dentro il colpo e provo a trovare una linea che mi possa consentire di vincere la mano sfruttando la posizione e il mio range percepito, quindi sul check di original raiser scelgo una size che mi possa lasciare lo spazio per uno shove river su blank o su carta che non paira il board. Il call di Luigi al turn rappresenta sia un A-x a picche che una Dama o un Jack, sempre a picche, mentre più raramente avrà set con la speranza di chiudere full al river. Tendenzialmente comunque l’Asso a picche è più nel mio range che nel suo e quando sul river casca una blank scelgo di pushare. Ovviamente questa mano l’ho potuta fare soltanto perché davanti a me avevo un avversario forte, che sa ragionare e eventualmente può anche foldare un flush inferiore, altrimenti non avrebbe avuto alcun senso!

Al termine della mano Luigi Curcio scrive nella chat: “Sei stato fortunato che è cascato picche eh…” mostrando le sue carte, al che Sorrentino coglie la palla al balzo e mostra il suo bluff!

 

Vi piace il ragionamento di Andrea Sorrentino? Srivetecelo sulla nostra Fanpage!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari