Saturday, Oct. 24, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 20 Set 2017

|

 

Luca ‘KILLUCK’ Daelli e un Million da sogno: “Deluso per il gioco espresso in heads-up… ma non posso non essere felice!”

Luca ‘KILLUCK’ Daelli e un Million da sogno: “Deluso per il gioco espresso in heads-up… ma non posso non essere felice!”

Area

Vuoi approfondire?

Da che mondo è mondo, in qualsiasi disciplina ludico/sportiva, arrivare secondi è sinonimo di sconfitta.

Il Texas Hold’em non fa differenza. Ma quando il premio di consolazione vale 70.000€, l’argento al collo luccica tanto quanto il metallo più pregiato.

Dopo un day-after in cui ha avuto modo di realizzare quanto combinato, Luca ‘KILLUCK’ Daelli si è concesso ai nostri microfoni per condividere e raccontare il secondo posto al Sunday Million IX, il risultato più prestigioso ottenuto nella sua carriera pokeristica:

“Per arrivare in un torneo da 5801 persone di mani importanti ne ho vinte molte, una delle più emozionanti è stata a 5 o 6 left dove ero rimasto short e brokiamo in 3way. J-J, 5-5, 5-7, Mono 5 al flop… J al turn: quasi non ci credevo! Al final table c’erano diversi ossi duri: i più ostici, sulla carta, erano sicuramente Tommaso Briotti e Renato Belli. Renato è stato molto sfortunato, mi sarebbe piaciuto vederlo sul podio. Tommaso, che so essere un player particolarmente esperto e preparato mi ha deluso un po’, dandomi l’impressione di voler chiudere la partita prematuramente. Per quel che concerne l’heads-up finale faccio i miei complimenti a ’94anto94′: ha giocato un buon poker in tutto il final table ed è riuscito a farso valere anche nel testa a testa conclusivo. L’Heads-up, difatti, è stata la parte in cui sono stato più in difficoltà; con calma in questi giorni lo riguarderò per analizzarlo meglio.”

Dopo 10 ore di gioco nel solo day2, Luca ha accettato un accordo con ’94anto94′ e ‘Scholes84’: difficile se non impossibile biasimarlo…

“Quando ho scelto di accettare l’accordo c’era una situazione delicata in cui ci si giocava un gradino da 15.000€ ed io e Scholes84 eravamo circa 20x. Il deal mi è dunque sembrata la scelta più ovvia, considerando che si doveva ancora giocare per le taglie e 13k al vincitore. La sessione di ieri è stata più contenuta rispetto al solito, abitualmente gioco 12 tavoli ma ieri ho preferito giocarne 7- 8 per rimanere più concentrato, ho anche dealato un torneo da 22$ di PartyPoker durante la sessione…”

Dopo il sesto posto (anche in quel caso con Deal conclusivo) nel Main Event ICOOP 2014, Luca aggiunge così una straordinaria tacca al suo curriculum pokeristico:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Sì, in termini economici è il mio miglior risultato in carriera. Ma se da un lato non posso che essere soddisfatto per l’aspetto monetario, sinceramente sono ancora molto amareggiato per aver fatto secondo. Dopo 12 ore di sessione ero allo strenuo delle forze, ho festeggiato sul divano 🙂 Nei prossimi giorni una vacanza penso proprio che me la concederò, ma ho intenzione di tornare presto ai tavoli…”

Da vero grinder provetto, il 28enne bresciano confessa che questa vincita verrà reinvestita sul lavoro:

“L’idea è quella di continuare a migliorare per poter giocare ad ABI maggiore quindi spenderò sicuramente parte della vincita in coaching dato che lo ritengo uno strumento importante oltre allo studio in modo autonomo. Per quanto riguarda le mie abitudini, penso rimarranno simili, continuerò a giocare prevalentemente MTT Online e probabilmente alzerò l’ABI sul .com. Liquidità condivisa? E’ già stato detto tanto sull’argomento da altri colleghi, ed è difficile aggiungere qualcosa. La cosa certa è che quando i concorrenti medi si spostano da 300-400 come sul .it a 1200-1500 dot com la varianza aumenta in modo esponenziale. Serve un roll sicuramente più profondo e una capacità di concentrazione maggiore dato che i tornei contando più iscritti dureranno molto di più.”

In ultimo, Luca conclude con una riflessione tutt’altro che pleonastica:

Fare il poker player non è semplice. Risultati come questi ripagano le ore passate a studiare, a confrontarsi con amici, a spendere tempo ed energie per comprendere al meglio il gioco più bello del mondo. Sono felice!”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari