Monday, Sep. 28, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 29 Gen 2015

|

 

Reg identikit – Luca ‘Killuck’ Daelli: “Non arriverà mai il giorno in cui sarò pienamente soddisfatto del mio gioco”

Reg identikit – Luca ‘Killuck’ Daelli: “Non arriverà mai il giorno in cui sarò pienamente soddisfatto del mio gioco”

Area

Vuoi approfondire?

Lasciare l’università per ‘impugnare’ un mouse a tempo pieno è un rischio che non tutti si sentono di correre.

Luca ‘Killuck’ Daelli, 26enne di Desenzano del Garda, ha compiuto questo passo e i risultati, per adesso, sono tutti dalla sua.

Il proprio talento ha scelto di ‘spremerlo’ per il poker e, almeno per ora, ha riposto i libri nell’armadio. I conti dicono che nel 2014 ha guadagnato poco meno di 80.000 euro giocando mtt multi-room sul ‘punto it’. Difficile, dunque, puntare il dito contro la sua decisione.

“Frequentavo a Milano ‘relazioni pubbliche’ – racconta Lucapoi ho lasciato gli studi e da poco meno di tre anni il gioco è la mia unica fonte di reddito. Sono circa due anni che grindo prevalentemente mtt, questa specialità è diventata il mio main game”.

graph

Il grafico 2014 di KILLUCK: 3.204 game ad abi 25.88€ per un profitto di 79.672€

 

Ha iniziato come tanti e ha provato un po’ di tutto nelle lobby delle varie poker room italiane prima di imboccare la sua strada… definitiva.

“Sono partito con i sit’n’go 27max da 3€, dopo sono migrato ai ‘newflash’ da 9 euro e poi a quelli dello step successivo, il cui buy-in era 18 o 22 euro. In seguito sono stato stakato per il cash game. Ho grindato il NL20, il NL50 e il NL100”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Luca ha una visione ottimistica del poker. E’ convinto infatti che un po’ ovunque ci sia ancora margine di guadagno online.

“Ho deciso di dedicarmi ai tornei perché sono predisposto per questa disciplina. Credo ci sia, comunque, ancora margine per far profit in praticamente ogni ambito. Semplicemente un grinder deve scegliere quello che lo attira di più e quello per cui pensa di essere maggiormente portato”.

Desideroso anche di nuove sfide, ‘Killuck’ tra poco (5 febbraio) volerà verso Malta, dove condividerà casa con Alessandro Borsa e Niccolò Ceccarelli. Per loro si apriranno le porte del ‘punto com’.

“Nel 2014 ho giocato ad abi 25 e sono riuscito a tenere un r.o.i. del 63,9%. Quest’anno credo di passare ad abi 30/35 sul ‘punto it’ e grindare ad abi 20 sul ‘punto com’. Là troverò field oceanici e dovrò necessariamente studiarli. Rappresenta comunque uno stimolo, una sfida. Sono consapevole che la competizione è molto più agguerrita, di conseguenza ci saranno mesi in cui dovrò lavorare duramente per adattarmi alle nuove dinamiche. Di obiettivi, invece, non ne ho fissi. Certo, sarà difficile riconfermare l’ottimo 2014, tuttavia cercherò di continuare a migliorare come giocatore, magari anche massando di più…”.

Gli chiediamo, quindi, se si accontenterebbe di altri 80.000€ di profit.

“Sarei contento se li ottenessi senza grossi shot. Ho la consapevolezza, però, di dover migliorare ancora su molti aspetti. Devo lavorare, ad esempio, sull’interpretazione dei tornei, cambiando i range e il gioco in base alle strutture, sulla qualità del mio poker in situazioni di ‘tabling’ spinto, sul postflop e, in generale, devo commettere meno errori. Ogni sessione ne commetto un’infinità, ma per come sono fatto, credo, non arriverà mai il giorno in cui penserò di aver giocato perfettamente…”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari