Monday, Mar. 25, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 22 Gen 2015

|

 

Reg identikit – Jacopo ‘jaeutiz’ Eutizi, “allievo” di ‘Superprimex’

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Reg identikit – Jacopo ‘jaeutiz’ Eutizi, “allievo” di ‘Superprimex’

Area

Dopo avervi raccontato le storie di Alessandro Meloni, Antonio Barbato, Daniele Zizzi, Giuseppe Di Stasio e tanti altri ancora, torna la nostra rubrica reg identikit con un ospite decisamente speciale.

Oggi, complice anche l’amicizia che ci lega, abbiamo fatto una chiacchierata con Jacopo “jaeutiz” Eutizi, player che probabilmente non incarna l’essenza del classico regular, ma che grazie ad un talento cristallino è diventato uno dei più temibili giocatori di heads-up cash del .it.

“Ho iniziato a giocare circa 5 anni fa quasi per divertimento al mare o casa di amici, facevamo dei sit’n’go da 6-7 persone e ne rimasi subito affascinato. Una volta iniziato a giocare online mi resi conto che, tra alti e bassi, il denaro che entrava nelle casse era svariate volte superiore a quello che guadagnavo lavorando così decisi di mettermi a fare sul serio. Oltre a questo, l’idea di guadagnarmi da vivere da casa, con la possibilità di scegliere quando e come farlo, con totale indipendenza, mi attirava troppo.”

Dopo aver provato un po’ di tutto, il ragazzo di Senigallia, come detto, si è specializzato nel testa a testa, affrontando partite dal NL100 al NL1000 (!) e diventando un vero e proprio pupillo del “Dio” della specialità:

“Al gioco heads-up mi sono appassionato sin dagli inizi; son partito con i sit’n’go e non appena è stato possibile mi sono spostato al cash game. Era molto veloce e poco noioso, e non ti vincolava per ore davanti al pc. È in assoluto la specialità che preferisco. Col maestro ‘superprimex’ nel corso degli anni ho fatto diverse sessioni, alcune son andate bene altre un po meno. Lo sattavo con la consapevolezza che era parecchio più preparato di me, ma i piatti erano troppo alti e l’azione troppo aggressiva per resistere, son le sessioni più divertenti che abbia mai fatto. Poi è giocando con giocatori più forti di me che mi son fatto le ossa, si apprende parecchio…”

In questi ultimi tempi, causa un grave lutto familiare, Jacopo aveva fisiologicamente perso parecchi stimoli, scomparendo dai tavoli che lo avevano visto protagonista. Ora, grazie anche a diversi viaggi in giro per il mondo che lo hanno rigenerato, “jauetiz” sembra tornato più carico di prima:

“E’ stato il periodo più difficile della mia vita, non avevo più la voglia e la lucidità necessarie per essere vincente. Ora sono tornato a grindare e sto meditando di scegliere un coach per migliorare anche negli MTT, che nel corso degli anni mi hanno dato buone soddisfazioni ma in cui sento di avere ancora parecchie lacune. Ho anche intenzione di imparare ad usare i vari programmi come holdem manager, che non ho mai utilizzato ma che per quello che ho sentito dire con l’indurimento del field son diventati necessari”.

prague
Il ricco bottino incassato ai tavoli cash durante il recente EPT di Praga (foto sopra) è sicuramente un valido motivo per inserire nella schedule del marchigiano anche nuovi appuntamenti dal vivo:

“A Praga ho giocato qualche side event purtroppo senza risultato, ma mi sono decisamente rifatto a cash [ride]. La prossima trasferta sarà sicuramente a Malta, visto che oltre ad averla già in programma, ieri sera ho vinto il ticket IPT grazie ad un satellite su PokerStars!”

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari