Monday, Sep. 21, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 20 Feb 2015

|

 

Reg Identikit – Federico ‘cirillofe’ Cirillo: “Sono in una fase in cui il poker mi diverte tantissimo!”

Reg Identikit – Federico ‘cirillofe’ Cirillo: “Sono in una fase in cui il poker mi diverte tantissimo!”

Area

Vuoi approfondire?

Lui è nato in Argentina, è cresciuto in Italia e adesso vive in Germania.

No, non è uno dei tanti calciatori giramondo, ma un giovanissimo grinder che vuole farcela col poker. Ha 19 anni, si chiama Federico Cirillo e si è fatto conoscere sul ‘punto it’ per una deep run al Main Event TCOOP 2014 che, oltre a 1.015 euro di premio, gli permise di vincere la last longer ItaliaPokerClub.

“Dopo quel torneo – racconta ‘cirillofe’continuai a giocare mtt ad abi 15€/20€ con risultati discreti. Se avessi avuto un po’ più di esperienza, comunque, quell’evento avrebbe potuto dare una svolta decisa alla mia carriera pokeristica. Allora non conoscevo l’importanza della $EV…”.

Quell’incoraggiante risultato, però, dette qualche problema di ‘gestione’ a Cirillo.

“In occasione delle scorse SCOOP volli strafare. Alzai di troppo l’abi e fu un errore davvero grave. Così decisi di prendere una pausa. Ho ripreso seriamente a giocare da circa cinque mesi, questa volta con una razionalità maggiore. Devo ringraziare Enrico Camosci, Andrea Panarese e Davide Marchi, che mi stanno aiutando a diventare un giocatore migliore”.

Federico ha adesso la consapevolezza di esser migliorato a 360°, sia tecnicamente sia nel mindset.

“Negli ultimi due mesi, nella late stage degli mtt, tendevo a giocare in modo troppo ‘varianzoso’. L’idea era sempre di ‘combinarla’ per dimostrare di saper giocare. Adesso sto imparando che è una delle cose più stupide da fare, perché nel poker non vince chi fa la giocata più bella, bensì chi commette meno errori. Ne faccio ancora tanti, ma sono molto fiducioso per il mio futuro”.

Una scelta piuttosto casuale, poi, lo ha portato a grindare sul ‘punto com’. A 19 anni può accadere anche questo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Qualche mese fa sono venuto in Germania a trovare un cugino di mio padre e ho poi deciso di rimanere. Mi trattano come fossi un loro figlio. Sto sfruttando questa possibilità anche per studiare il tedesco (frequento un corso), infatti voglio imparare bene un’altra lingua oltre all’italiano e allo spagnolo. Non so, però, cosa ne sarà del mio futuro. Mi piacerebbe andare a Malta, semplicemente per conoscere un posto in più…”.

Federico attualmente si impegna sul punto it (‘cirillofe’), punto fr (‘GreenWhale99’) e punto com (‘TonyCipolla9’) e nel farlo si diverte tantissimo.

“Non so come siano gli high stakes online sul .com, comunque anche ad abi 20€ le differenze sui range sono nette. Il livello più basso lo si trova sul .fr, dove spewano tutti tantissimo. In Italia i range sono molto più stretti, infatti mani che sul .com sono standard, sul .it possono essere completamente sbagliate. La maggior difficoltà, quindi, sta nel comprendere bene i range, al fine di non commettere errori costosi…”.

Il 2015 è appena iniziato, ma Cirillo ha già le idee chiare, almeno in ambito pokeristico, su cosa puntare.

“Non ti nascondo che mi piacerebbe arrivare a costruire un bankroll adeguato per poter giocare ad abi 40€. Per raggiungere questo ho l’ambizione di migliorarmi ancora come player. Ho la fortuna di essere in una fase in cui grindare tanto non mi pesa per nulla, anzi, mi diverte un sacco. Mercoledì, ad esempio, ho fatto 50 tornei. Devo però assolutamente continuare a studiare i range dei siti internazionali, è un aspetto fondamentale per far bene”.

L’impegno che ‘cirillofe’ sta mettendo nel poker, comunque, è funzionale a un sogno che molti teenager hanno: l’indipendenza.

“Sono una persona alla quale dà molto fastidio chiedere, quindi amo questo gioco anche perché mi garantisce la libertà di poter sostenere, nel mio piccolo, le spese senza dover chiedere nulla ai genitori o a qualcun’altro. Vorrei dimostrare a chi è scettico, dunque, che di poker si può tranquillamente vivere…”.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari