Sunday, Nov. 28, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 23 Mag 2016

|

 

Jacopo Eutizi cambia mentalità: “La mancanza di disciplina annulla il talento!”

Jacopo Eutizi cambia mentalità: “La mancanza di disciplina annulla il talento!”

Area

Vuoi approfondire?

Un grande bagno di umiltà. Nel pomeriggio odierno Jacopo “jaeutiz” Eutizi ha pubblicato su Facebook un lungo post nel quale fa essenzialmente mea culpa per una gestione del bankroll non esattamente ottimale nel corso di questi anni.

Il grinder di Senigallia si è dunque ripromesso di ‘mettersi sotto’ e adottare un approccio decisamente più professionale da qui in avanti:

“Quello del poker è un gioco in cui la mancanza di disciplina annulla il talento. Mi spiego meglio: puoi essere anche Phil Ivey a livello di potenziale, puoi esserci portato, ma senza un corretto approccio a questo gioco alla lunga ti ritrovi col culo per terra. Per quel che mi riguarda negli ultimi anni sono stato tutto tranne che un giocatore professionista di poker, non penso di esserlo mai stato a dire il vero. La mia mentalità da ‘tutto e subito‘ mi ha portato a non dare la giusta importanza a ciò che realmente fa la differenza tra uno che gioca a poker e uno che gioca a poker per fare soldi.”

Dopo anni vissuti sulle montagne russe, il 24enne marchigiano ha dunque capito che è giunto il momento di cambiare marcia a livello mentale:

“La molla in realtà mi è scattata da parecchio tempo, perché ho visto molti giocatori che da novellini hanno raggiunto risultati ottimi crescendo costantemente col giusto approccio. Uno dei primi accorgimenti che apporterò? Non giocare se non sono al 100%, ma solo quando mi sento al top. Analizzerò le mani più intricate con l’aiuto di un coach, sia per il cash sia per gli MTT. Selezionerò i giusti avversari e le giuste partite, il tutto giocando in bankroll. Mi sono reso conto che le skills non contano a nulla se non vengono supportate dalla disciplina”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Con rinnovata fiducia e mirabile saggezza, Jacopo proverà dunque a far valere le sue abilità ai tavoli di cash game heads-up Hold’em e Omaha NL100 e NL200, senza disdegnare qualche apparizione ai 6-max e in MTT.

“Non ho dubbi sul fatto che ci riuscirò, perché anche grazie ai consigli di alcuni amici ho capito che o lo fai così o non lo fai. Non è più come un tempo, ora ogni singolo errore ti costa dei soldi. E chi ha deciso di intraprendere questa strada deve ragionare in questo modo. Giocare a poker senza dare il massimo è come regalare dei soldi, e a quel punto meglio fare beneficenza. Insomma, testa bassa e si (ri)parte. L’obiettivo è quello di scalare i livelli e tornare a giocare magari anche il NL1000 con una nuova mentalità. Qualche anno fa mi sedevo heads-up contro Dario Minieri, giocando dal cellulare, in serata, tra un cocktail e l’altro… Ma in fondo sono ancora giovane e ho tutto il tempo per diventare un giocatore come si deve!”

Come recita un noto slogan pubblicitario: “La potenza è nulla senza controllo.”. So, good luck Jacopo!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari