Sunday, Nov. 17, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 26 Apr 2019

|

 

SCOOP 2019 da record su Pokerstars! E se ci fosse la liquidità condivisa…

SCOOP 2019 da record su Pokerstars! E se ci fosse la liquidità condivisa…

Area

Vuoi approfondire?

Una primavera da record per Pokerstars. La poker room leader del mercato italiano miete nuovi primati e soprattutto mette assieme 25 mila giocatori nello SCOOP da poco concluso, sommando i 126 eventi della kermesse italiana. Un numero strabiliante e che rianima un settore che nei mesi precedenti aveva subito un netto calo di partecipanti.

In contemporanea sula PokerStars della liquidità condivisa sono stati 54 mila i giocatori totali che si sono gettati nella mischia. Chissà con l’Italia che quota si poteva ottenere (più avanti proveremo a fare due conti).

Ma torniamo a fare il punto sull’edizione italiana della manifestazione. Ben cinque i milioni di euro garantiti complessivamente nelle due settimane di eventi, alla fine il totale dei montepremi ha raggiunto 5,7 milioni.

Il solo Main Event da mezzo milione garantito con buy-in di 250€ ha fatto finire nel calderone ben 583.650 bigliettoni.

Insomma numeri e dati che se da una parte ci parlano di una kermesse riuscita in pieno, dall’altra aumentano lo sconforto per un progetto al momento fermo e che ci esclude da un grande mercato come la liquidità internazionale condivisa che ci è ancora preclusa (per chiedere ad AAMS che l’Italia entri nel mercato comune del poker online firma la Petizione!)

meme petizione liquidita condivisa poker online

Un Meme sulla liquidità condivisa dal gruppo Facebook “Club del Poker” (clicca l’immagine per firmare la petizione)

 

A questo proposito ecco nel dettaglio i numeri dello SCOOP giocato sul “.frespt”. Rispetto alla prima edizione del 2018 senza il Portogallo, il montepremi garantito è salito da 10 a 15 milioni.

Oltre 54.000 players si sono dati battaglia dal 24 marzo all’11 aprile in 290 tornei. In totale sono stati distribuiti 17.7 milioni di euro, con il main event che ha visto la bellezza di 4.952 players lottare per una prima moneta da 120.000€.

Se sommiamo questi 54 mila paganti ai 25 mila del field italiano si sfiora quota 80.000 players. Il numero probabilmente sarebbe ancora più alto visto che i più credono a un effetto moltiplicativo e non additivo del nostro ingresso nel mercato comune.

Ecco cosa vorrebbe dire aprire all’Italia la liquidità internazionale condivisa. E questa sarebbe solo la base, perché un eventuale ingresso italiano sarebbe da traino anche per invogliare occasionali o inattivi a gettarsi nella mischia. Puntare alla soglia dei 100 mila giocatori non sarebbe certo un’utopia.

Nella speranza che chi dovere tragga le giuste e dovute considerazioni aprendo di fatto le porte della Liquidità Internazionale Condivisa anche al nostro paese (fra l’altro firmatario dello storico accordo di Roma nel 2017, ndr).

Il settore .it lo merita e lo necessita per trovare nuovo ossigeno. Riguardando i numeri appena snocciolati ci sarebbe tanto da guadagnare. D’altro canto i numeri appena visti non possono che confermare come lo SCOOP da poco concluso con la incoronazione di Alessandro ‘aleppp’ Giannelli nella Leaderboard e la vittoria nel Main Event di ‘o’zelluso’ sia stato una specie di ritorno a fasti dimenticati nella quotidianità del poker online italiano.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari