Sunday, Oct. 20, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 25 Set 2019

|

 

Andrea Sorrentino spiega il mega bluff a 3 left al Main Event Galactic Series

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Andrea Sorrentino spiega il mega bluff a 3 left al Main Event Galactic Series

Area

Vuoi approfondire?

Ha appena vinto il Main Event delle Galactic Series e sta per diventare nuovamente papà.

All’idea di dover tornare ad acquistare montagne di pannolini, nonostante un’annata tutt’altro che rosea, si è deciso a far sul serio inserendo la “turbo chiappa” nelle fasi cruciali (scopri QUI in che modo ha fatto triple-up a 6 left partendo da underdog).

Ma Andrea Sorrentino sa bene che da sola la fortuna non può bastare e due sere fa, nel momento più delicato del torneo (ovvero quando i gradini del payout si fanno enormi), ha sfoggiato un braccio che nemmeno il campione di quello “di ferro”.

Siamo andati a sbirciare le ultime “boomate” del neo campione delle Galactic alla ricerca di qualcosa di interessante e i nostri forzi sono stati subito ripagati: l’ultima mano postata da Sorrentino infatti, è un bel resto con bottom pair “turnata” in bluff al river che non poteva affatto passare inosservato…

Andrea Sorrentino VS Danilo Pianeta

SITUAZIONE: Fase 3-handed, blind 350K/750K, ante 87,5K.

PREFLOP: Apre BTN (stack 12.5M) a 1.4M, flatta “perfidio” (stack 21.9M) da SB e “ANDREXSORRE” (stack 57.2M) completa da BB.

FLOP(pot: 4.462.500): 2 K 9 Triplo check.

TURN(pot: 4.462.500):  3 Bet “perfidio” 1.4M, chiama “ANDREXSORRE”, folda BTN.

RIVER (pot: 7.407.750): A “perfidio” punta 4.5M, “ANDREXSORRE” tanka e shova: passa “perfidio”.

 

L’analisi di Andrea Sorrentino

Nonostante diverse notti in bianco a causa del recente intervento alla spalla, l’entusiasmo per uno shippo importante e lo stress accumulato, Andrea ci ha fornito il suo thought process:

Quando “perfidio” betta turn ha size-tellato secondo me. Su quel board lì non può fare bet-shove perché non rappresenta nulla. 

O ha colore, e si prende i soldi, o altrimenti lo dovrei vincere sempre io quel piatto.

Turn penso di esser buono e chiamo per valore, spero non caschi un Cuori perché il Cuori non è bellissima né da bluffare né tantomeno per arrivare a showodown. 

Insomma river punta nuovamente e davvero non reppa mai nulla. Lì addirittura potrei esser buono col Due ma decido comunque di trasformare la mia mano in bluff, ovviamente non sto shovando per valore ma per far passare bottom o middle value con cui perderei allo showdown. Se poi ha colore GG, però in game mi è sembrato tutto abbastanza semplice.

Vi piace la linea scelta da “ANDREXSORRE” in questo spot?

Se aveste giocato come lui fino al river, quale tasto avreste premuto al posto suo: fold, call o raise?

Se vi siete persi il racconto della vittoria di Andrea Sorrentino al Main delle Galactic Series DATE UNO SGUARDO QUI

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari