Thursday, Dec. 12, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 10 Ott 2019

|

 

Abbiamo provato i nuovi Spin&Go Flash

Abbiamo provato i nuovi Spin&Go Flash

Area

Vuoi approfondire?

Lo avete notato anche voi, quel fulmine stilizzato di colore turchese messo in alto a destra su ogni categoria di buy-in nella sezione Spin&Go.

Di cosa si tratta? Del nuovo formato di Sit Lottery, ancora più veloce rispetto a quello tradizionale, introdotto da PokerStars.

Abbiamo provato per voi gli Spin&Go Flash ed ecco il risultato…

 

Cosa cambia con gli Spin&Go flash

Mediamente uno Spin&Go si chiude in 20/30 mani, salvo casi più rari dove si arriva addirittura a T120 con 1.500 chip totali in gioco.

Ecco, è proprio questa la prima differenza che si nota negli Spin&Go Flash, lo stack di partenza.

Invece delle canoniche 500 chip ne vengono date in dotazione solamente 300, mentre la struttura dello Spin rimane identica a quella originale sebbene la durata di ogni livelli passi da 3 a un solo minuto.

Va da se che con 3/5 dello stack a disposizione rispetto a un normale Spin&Go, le dinamiche di gioco risulteranno essere ancora più aggressive dal momento che ci sarà ancora meno spazio di manovra.

 

Gioco snaturato o idea brillante?

Gli Spin&Go Flash sono inevitabilmente più esposti al fattore varianza.

Già dopo un livello di blind i giocatori si trovano con 10BB di average a disposizione, il che trasforma radicalmente alcune dinamiche di gioco.

Per fare un esempio concreto, se con una mano come Q-Js abbiamo oltre 16x a disposizione la scelta migliore sarà un bel raise-fold, mentre con la stessa mano e 10 big blind lo shove diretto risulterà essere più profittevole rispetto al raise-fold.

Difficilmente negli Spin normali si arriva in 3-handed con meno di 10 big blind a disposizione, mentre nel formato Flash è sufficiente arrivare a T40 per trovarsi con uno stack davvero risicato.

Il formato apre quindi all’approfondimento di nuove dinamiche e con stack così ridotti non è improbabile che la limp strategy torni ancora con più prepotenza di quanto già non si veda attualmente negli Spin.

Certo, il fatto di trovarsi già da subito a dover mettere tutte le chips in mezzo potrebbe allungare a dismisura il lasso di tempo necessario a battere l’alea, ma d’altro canto potrebbe rivelarsi una miniera d’oro per i più rapidi a capirne le dinamiche.

Meglio gli Spin tradizionali o gli Spin Flash?

Difficile dare una risposta chiara ed esaustiva. Sarebbe come chiedere di scegliere tra una cola tradizionale e una senza zucchero: entrambe soddisfano nuove esigenze di mercato ed è un bene il fatto che l’offerta venga ampliata.

Senza contare che per molti amatori non è semplicissimo affrontare un regular preparato e all’aumentare del fattore varianza si riduce la forbice tra amatore e professionista.

Secondo chi scrive il format tradizionale degli Spin&Go rimarrà il punto di riferimento per gli appassionati della disciplina.

Gli Spin Flash offrono una variante estremamente più “pepata” senza togliere nulla a quelli originali.

Se poi sarà un successo, soltanto il tempo potrà dirlo.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari