Friday, Oct. 18, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 24 Mag 2017

|

 

Una mano tra fenomeni: Peters trasforma un trips in bluff e fa passare colore a Drinan al SHRB

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Una mano tra fenomeni: Peters trasforma un trips in bluff e fa passare colore a Drinan al SHRB

Area

Vuoi approfondire?

Volete gustarvi una mano di altissimo livello tra due grandi giocatori?

Ci pensa Daniel Negreanu a ripescare per noi uno spot molto interessante del Super High Roller Bowl della scorsa estate.

I protagonisti sono gli americani David Peters e Connor Drinan, che tra poco si incontreranno di nuovo al SHRB di Las Vegas, visto che mesi fa sono stati entrambi estratti all’Aria.

Ricordiamo che il SHRB è un torneone da 300mila dollari di buy-in, dove il field è stellare e accuratamente selezionato.

Tuffiamoci dunque nell’action della mano scelta da Negreanu per un nuovo filmato del suo canale YouTube. I bui sono 600-1200.

Peters apre preflop con A8 a 3.500 (ha 320k di stack dietro). Connor Drinan chiama con K9 dal grande buio (e 335k dietro).

Dopo un preflop standard, il flop è decisamente più interessante: 6108 tutto a cuori. Drinan checka il colore floppato, Peters cbetta 5.300 con middle pair e Drinan chiama.

Questa è l’analisi di Negreanu: “Peters protegge il suo punto, Drinan con il second nuts decide di non rilanciare limitandosi al call“.

Il turn è un 8 che dà trips a Peters. Drinan checka ancora, Peters punta 13.200 e Drinan chiama. Sentiamo che dice Negreanu:

Drinan potrebbe anche qui scegliere di fare check/raise ma preferisco il call. Non bisogna far foldare a Peters dei bluff, inoltre saremmo in difficoltà di fronte a una 3bet“.

Il river è un 7. Drinan a questo punto betta 27k fuori posizione. Peters sorprendentemente rilancia a 117k! Drinan entra in the tank, chiede il tempo aggiuntivo e alla fine folda!

 

 

Negreanu sentenzia: “Drinan al river prova a rappresentare una mano più debole di quella che ha. Non mi dispiace. Il problema è che l’avversario può provare a far passare una eventuale scala con quel board così pericoloso.

Peters non può battere una scala chiamando, ma rilanciando sì. Drinan a quel punto cosa batte? Solo una mano trasformata in bluff.

Penso che Drinan comunque dovrebbe chiamare alla fine. Ha rappresentato una scala al river e quindi ora deve chiamare“. Cliccate qui sotto per rivedere il tutto:

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari