Saturday, Dec. 7, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 21 Nov 2019

|

 

Quando lo short stack non limita la creatività: una mano di Ali Imsirovic

Quando lo short stack non limita la creatività: una mano di Ali Imsirovic

Area

Vuoi approfondire?

Chi l’ha detto che da short stack l’unico modo per tornare in pista sia metterle in mezzo preflop?

Il poker è un gioco in cui la creatività è sempre ben accetta a patto che le scelte effettuate, per quanto fuori dagli schemi canonici, vengano fatte con un’idea ben precisa della situazione.

Come nel caso di Ali Imsirovic al Super High Roller Da 50K che si è disputato alle Bahamas alcuni giorni orsono in occasione del Party Poker Millions festival in corso proprio mentre vi stiamo scrivendo.

E allora tuffiamoci per un attimo nella testa dei due protagonisti dello spot che vi presentiamo quest’oggi: Sean Winter e Ali Imsirovic

Lo spot nel dettaglio

SITUAZIONE: 50K Super High Roller, blind 200K/400K, ante 400K.

PREFLOP: Sean Winter apre a 1.1M da BTN con A J, Imsirovic difende da BB con K 6 (stack 4.4M, 11 big blind)

FLOP: 8 6 8 Dopo il check di Ali, Winter punta 500K ma si trova a fronteggiare un raise 1.1M dell’avversario. Call.

TURN: Q Imsirovic shova per 2.2M, Winter ci pensa su e alla fine chiama.

RIVER: K Nessun “jolly” per Winter e Imsirovic raddoppia.

Analisi del colpo

Probabilmente fino a qualche anno fa una mano di questo tipo non sarebbe nemmeno esistita, ma come ben sappiamo il poker cambia più in fretta di quanto possiamo immaginare ed eccoci quindi di fronte a una situazione piuttosto interessante.

Lo stack in dotazione di Imsirovic consente uno spazio di manovra b e l’unica alternativa al metterle in mezzo preflop è giocare un colpo in heads-up contro un range abbastanza ampio. Nello specifico le dinamiche BTN/BB o le blind war sono le più indicate e infatti Ali difende il suo buio sull’apertura da BTN di Winter, pur da short stack.

Il flop è davvero ottimo per il range di difesa di BB ma non solo, è anche ottimo per l’original raiser che su pairato c-bettera con frequenze piuttosto alte e con buona parte del suo range di apertura.

Motivo per cui il rilancio di Imsirovic a 1.1M (una sorta di click-raise), che apparentemente può sembrare una follia si rivela in realtà una mossa molto intelligente. Winter infatti ha le odds per chiamare anche solo con due overcard come effettivamente accade.

Agli occhi del BB, nel range di valore ci sono tutte le overpair e qualche raro 8-x/6-x che però rappresentano una porzione piccola del range totale con cui BTN entra in gioco.

Al turn il pot ha già raggiunto i 5 milioni scarsi e Imsirovic può legittimamente shovare su tantissimi turn, non a caso su Q che gli apre anche un bel flush draw decide di spingere al centro i suoi 2.2 milioni di chip.

A questo punto Winter si trova a dover aggiungere poco più di due milioni per vincere un pot totale da circa 9 milioni: il suo call in questo frangente con odds di 1 : 4.5 può avere senso laddove l’avversario fosse capace di effettuare una move simile con un range composto non esclusivamente da mani di valore.

In effetti Imsirovic, nel caso in cui avesse avuto un 8, si sarebbe limitato al call salvo un flow particolare tra i due. Il suo click raise insomma, agli occhi di Winter, è quantomai insolito: tra le combo più plausibili ci sono tutti i 6-x. Per quanto concerne la possibilità che BB abbia una overpair, il discorso è molto semplice: con coppie basse difendere sarebbe un suicidio e lo shove con pair comprese tra 2-2 e 10-10 è indubbiamente la mossa migliore.

Esiste una remota possibilità che possa giocare in trapping mani da J-J in su, ma difficilmente su flop 8-6-8 andrebbe a click-raisare l’avversario. Insomma, per quanto il raise di Imsirovic possa sembrare una mossa “strong” in realtà lo è meno di quanto dovrebbe essere.

Motivo per cui lo shove turn complica ulteriormente le cose perché in teoria tutte le overcard dovrebbero rientrare nel range di BTN. Con cosa sta shovando quindi Imsirovic? Se avesse effettivamente preso una Dama il check sarebbe la mossa migliore per estrarre valore, ma di Dame che check raisano flop su una texture simile nel suo range ce ne sono fin troppo poche.

Ci sono invece tante mani che hanno migliorato la propria equity, sia straight draw che flushdraw. Tuttavia con combo come 9-7/7-5 shovare già al flop avrebbe avuto molto più senso rispetto a un click raise, quindi bisogna restringere ulteriormente il campo.

Rimangono i 6-x e flush draw, qualche 8 giocato in maniera tricky o mani come J-Ts/Q-Ts che giocano con una buona equity. In tutto ciò bisogna escludere i bluff no-equity, dato che la fold equity al turn è praticamente nulla quindi difficilmente Imsirovic si presenterà allo showdown con una mano totalmente a caso.

Alla fine Winter opta per il call con Ace High, dato che con il suo Jack blockera qualche combo di J-T/Q-J che avrebbero potuto optare per questa linea indubbiamente diversa dallo standard. A conti fatti la giocata di Imsirovic risulta essere perfetta, in quanto riesce a prendere i massimi inducendo l’avversario a un call tirato un po’ per i capelli.

E voi che ne pensate della sua giocata? Scrivetecelo nei commenti sulla nostra Fanpage!

Photo Credits: Pokernews

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari