Friday, Jan. 28, 2022

Strategia

Scritto da:

|

il 22 Feb 2014

|

 

Cercare l’equilibrio o rimanere “exploitative”? Il parere di Andrea Dato e Dario Alioto

Cercare l’equilibrio o rimanere “exploitative”? Il parere di Andrea Dato e Dario Alioto

Area

Argomenti correlati

Recentemente ci siamo avvicinati agli aspetti teorici più astratti del gioco. Ricorderete poco tempo fa l’intervista in cui ‘Actaru5’ ci ha spiegato la GTO, oppure un altro articolo in cui facevamo un paragone calcistico: al tavolo meglio essere come Mourinho o Zeman?

Abbiamo voluto sentire il parere di tre poker pro abbastanza diversi in modo di ottenere una visione a 360° su queste posizioni contrapposte.

Andrea Dato parte da una premessa: “La prima domanda che ti devi fare è: vuoi creare history o no? In una partita di cash live con gente che non conosci e che forse non rivedrai più è evidente che non si crea un’history al di là di quel giorno, quindi non devi assolutamente giocare in modo bilanciato, ma optare sempre per quella che è la mossa migliore in quella precisa mano in quel preciso momento contro quel giocatore concreto“.

Per quanto riguarda l’online Andrea pensa che il discorso debba cambiare a seconda degli stakes che giochiamo: “Secondo me quando giochi low e middle stakes, diciamo fino al NL50, è conveniente giocare molto bilanciato, molto vicino a quella che potrebbe essere la GTO, in modo di non essere exploited dall’infinità di giocatori occasionali che faranno delle mosse strane. In questo caso meglio giocare ABC e non inventarci niente di particolare. Un altro conto è quando si fa il salto ai livelli superiori: a quei livelli se vuoi essere un giocatore vincente devi saper andare fuori dagli schemi, devi essere creativo e prendere delle linee che sono semplicemente diverse e per le quali non ci sono già dieci contromosse scritte nei libri o sui forum“.

Interessante in questa discussione anche l’opinione di Lorenzo Battaglia, SNE su PokerStars che l’anno scorso ha giocato più di 4.000.000 mani online al NL50: “Quando fai una massa di gioco come quella che ho fatto io devi assolutamente trovare una linea il più vicina possibile alla GTO. Non puoi permetterti di essere exploitative perché altrimenti gli altri possono massacrarti su quel leak o su quella giocata fuori dalla norma. L’ultima cosa che vuoi è diventare exploitable dai fish. E’ diverso se parliamo di regular. Contro di loro devi saper trovare un equilibrio fra le volte che giochi ABC e le volte che esci da quella linea per prenderti un vantaggio“.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Molto interessante anche in merito le opinioni di Dario Alioto, che ci offre altri spunti rispetto a Dato e Battaglia: “Dipende dal contesto di cui parliamo. Penso che in una partita dal vivo, la GTO possa raramente risultare una strategia ottimale. Live le mosse standard sono spesso la seconda miglior scelta rispetto a quelle cucite sui nostri avversariraramente sono +EV. Di solito in queste partite avremo molte informazioni che ci dovrebbero consentire di uscire dalla linea più standard per poter massimizzare l’aspettativa. E per questo motivo che commentare una mano live senza averla vissuta personalmente porta spesso a disparità di opinioni“.

Per l’online Dario fa considerazioni leggermente diverse: “Dipende soprattutto dal numero di tavoli che stiamo giocando. Se abbiamo pochi tavoli possiamo ancora avere un buon controllo degli avversari e delle loro debolezze, ma nel multitabling spinto, spesso è meglio rimanere il più vicino possibile a tale strategia, in quanto unexploitable”.

Dario, però, fa una grande distinzione fra il NLHE e l’Omaha: “Nell’Omaha, essendo un gioco molto più tecnico, è più difficile abbandonare la linea che si avvicina alla GTO. Alla fine nell’Hold’em ci sono altri fattori che possono influire sulle decisioni, sul fatto di fare call a un push al river o meno, mancano molte più informazioni rispetto all’Omaha, che è un gioco più completo da questo punto di vista“.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari