Sunday, Apr. 21, 2024

Strategia

Scritto da:

|

il 3 Apr 2014

|

 

Filip ‘filip-varese’ Bedzinski folda coppia di Re preflop: “Non cambierei idea neanche se mi criticasse Ivey!”

Filip ‘filip-varese’ Bedzinski folda coppia di Re preflop: “Non cambierei idea neanche se mi criticasse Ivey!”

Area

Vuoi approfondire?

Quante volte siete riusciti a buttare nel muck K-K preflop? Quante volte, invece, vi siete detti “Io K-K preflop non li foldo neanche sotto tortura!”?

Anche se è una azione molto molto rara da vedere e difficile da compiere, talvolta il fold può essere la decisione migliore per il prosieguo di un torneo, soprattutto quando i blind che si hanno davanti sono tantissimi e si suppone di avere edge al tavolo.

L’altra sera, durante l’evento 16 High dello Scoop PokerStars, Filip ‘filip-varese’ Bedzinski ha foldato K-K preflop trovandosi di fronte un’action talmente strong da fargli immaginare senza troppa difficoltà che uno dei suoi avversari ‘nascondesse’ proprio A-A, l’unica mano contro cui l’italo-polacco sarebbe partito al 20% allo showdown.

Partiamo comunque dal descrivere l’azione per poi lasciare spazio al thinking process di Filip.

Siamo durante il sesto livello del torneo, i blinds sono 40-80, le ante non sono ancora in gioco. Il player su utg+2 apre standard in mini-raise a 160 e trova la mini three-bet del giocatore alla sua immediata sinistra, che sceglie 389 come size. Bedzinski, da cut-off, spilla K-K e opta per una four-bet fino a 760. L’original raiser va in five-bet fino a 1.395, il tribettor pusha 10.727 riuscendo a far foldare entrambi gli avversari.

Sotto l’immagine della ‘pazza’ azione nel momento in cui Filip ha deciso il fold preflop:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

filip varese

Ed ecco cosa ha pensato ‘filip-varese’ quando ha stracciato la sua monster hand:

“Il fatto che ci trovassimo in early stage ha certo influito, ma la fase del torneo non è stato il fattore predominante che mi ha portato al fold. Lo è stato, invece, la stima dei range dei due avversari, soprattutto in relazione al mio range che percepiscono. Va considerato anche che fino a quel momento le dinamiche non erano state aggressive e i range, quindi, non eccessivamente larghi. Ha influito anche la formula del torneo: so di avere edge in un mtt re-buy/add-on, quindi avrei trovato sicuramente spot migliori nei quali investire il mio stack”.

Dopo aver postato la mano sul suo profilo Facebook Filip ha ricevuto numerosi pareri da parte di amici e colleghi, ma stando alle sue parole aveva già pochi dubbi sulla bontà della sua scelta: La mano l’ho postata non perché fossi in dubbio sulla mia scelta, della quale resto convinto, infatti non cambierei idea nemmeno se Ivey mi venisse a dire che ho sbagliato, bensì perché sapevo che non sarebbe passata inosservata e ci sarebbero stati vari commenti divertenti…”

Ti ha convinto il ragionamento di Filip Bedzinski? Commenta la sua giocata sulla nostra pagina Facebook!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari