Sunday, Dec. 8, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 9 Mar 2018

|

 

Qual è il momento giusto per quittare sessione?

Qual è il momento giusto per quittare sessione?

Area

Vuoi approfondire?

Chi gioca MTT non ha voce in capitolo, chi pratica il cash game se lo chiede ogni santa volta: qual è il momento più propizio per deporre il mouse e quittare la sessione?

Il grinder americano Nathan ‘blackrain79’ WIlliams ha fornito interessanti dritte per capire come e quando staccare la spina.

Gioca uno specifico numero di mani (online)

Per chi si cimenta con il cash game online la cosa migliore è plannare un numero di mani prestabilito prima di aprire i tavoli.

Il motivo per cui questo è efficace è perché ti dà un obiettivo chiaro e univoco da raggiungere. Il numero di mani va ovviamente stabilito in relazione al numero di tavoli che apriremo. Monotablando, un obiettivo onesto potrebbe essere qualcosa intorno alle 200 mani. Teniamo presente che la maggior parte dei tavoli 6-max online sviluppa circa 80 mani l’ora (circa 60 in un full ring). Quindi, se affrontiamo un solo tavolo 6-max ci vorranno circa 2 ore e mezza per completare la nostra mission.

Scegli quante ore giocare (live)

Anche per quel che concerne il contesto live è bene programmare le cose anticipatamente: prima di schierarci dovremmo avere un’idea di quanto tempo abbiamo intenzione di restare seduti.

Il concetto fondamentale è che il risultato della sessione non deve influire nella scelta di restare più o meno aggrappati al tavolo. Una volta scaduto il tempo prefissato, ci alziamo e ce ne andiamo. Questo è il tema comune più diffuso tra i giocatore professionisti.

Non far sì che l’andamento della sessione incida sul tempo speso ai tavoli

Il motivo per cui consentire ai risultati di determinare la durata della tua sessione di poker è una cattiva idea è perché non si ha assolutamente alcun controllo su ciò che sarà da un giorno all’altro. La varianza la farà da padrona e sarà impossibile prevedere quali saranno i risultati su base giornaliera.

Usate una variabile indipendente e arbitraria utile a decidere quando quittare: o le mani giocate o le ore giocate.

Molti professionisti del poker online giocano per settimane senza nemmeno verificare i loro risultati. Il motivo è perché sanno che i loro risultati giornalieri nel poker sono fondamentalmente privi di significato. Finché siamo debitamente rollati, non c’è davvero alcun motivo per cui devi sapere quanto sei su o giù nel breve periodo.

Imparare a ignorare i risultati a breve termine ha anche enormi benefici positivi, specialmente per chi ha problemi di mindset.

Quando finalmente riusciremo a smettere di tiltare su ogni bad beat, concentrandoci solo su ciò che conta davvero (prendendo buone decisioni), le nostre emozioni rimarranno molto più stabili.

Allunga la sessione se sta andando particolarmente bene

Le premesse fatte sopra sono dogmi da rispettare. Ma se proprio vogliamo fare uno strappo alla regola, facciamolo quando abbiamo la consapevolezza di avere un tavolo particolarmente facile in cui stiamo vincendo molto più di quanto ci aspettassimo.

Se al nostro tavolo c’è un fish che sta letteralmente lanciando i soldi, a quel punto il limite che ci siamo imposti a inizio sessione non ha motivo di essere rispettato: stiamo comunque giocando per fare profitto!

Quitta anticipatamente se sta andando molto male

Molte persone dimenticano che non importa quanto studi e migliori il tuo gioco di poker, il fattore più importante che influisce sui risultati del tuo poker sarà sempre la gente contro cui stai giocando.

Il nostro tasso di vincita sarà sempre molto più alto quando giocherai con giocatori ricreativi che si scatenano con mani trash e fanno un sacco di errori marchiani. Contro i reg è un’altra storia.

Contro giocatori che studiano costantemente diventa difficile avere edge semplicemente non fanno abbastanza errori affinché ciò sia possibile.

Morale della favola, se i tavoli sono particolarmente complessi e stiamo perdendo più del dovuto, cerchiamo di trovare la lucidità per chiudere tutto. E fare immediatamente review.

Fai review!

Il motivo principale per cui dobbiamo imporci un determinato numero di mani da giocare è perché dovremo sempre dare spazio alla review.

Riguardare e analizzare le proprie sessioni è una delle cose migliori per migliorare il nostro gioco. Questa è davvero una delle più grandi differenze tra i vincitori di élite e tutti gli altri. Tutti i professionisti e i più grandi vincitori studiano costantemente le proprie mani (così come i loro avversari) per migliorare.

Il motivo per cui questo è così efficace è che programmi come Hold’em Manager o Poker Tracker ti dicono esattamente se stai vincendo o perdendo in ogni situazione immaginabile. E i numeri semplicemente non mentono.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari