Monday, Nov. 18, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Ott 2019

|

 

Early, middle e late: che differenze ci sono tra le varie fasi di un torneo?

Early, middle e late: che differenze ci sono tra le varie fasi di un torneo?

Area

Vuoi approfondire?

I tornei multi tavolo sono la specialità, nell’universo del Texas Hold’em, che regala le emozioni più forti.

Arrivare nella parte finale di un torneo equivale a una dose di adrenalina pura:  più si fanno ripidi i gradini del payout e maggiore sarà la scarica dopo una mano vinta o uno showdown perso.

Non tutte le fasi del torneo però regalano le stesse sensazioni, perché i tornei sono come un percorso a ostacoli e prima di intravedere il traguardo bisogna superarne un’infinità.

Quest’oggi andremo ad analizzare le tre fasi prinicipali dei tornei MTT, un piccolo ripasso per chi è già navigato e un utile supporto per chi si sta approcciando al magico mondo del poker alla texana.

Early stage

La parte iniziale di ogni torneo, che si conclude all’incirca con la chiusura delle registrazioni.

E’ la fase nella quale, a seconda della strategia adottata, si può aggredire a dismisura o giocare estremamente tight.

Chi viene dal cash-game tenderà a propendere la prima, considerata la dimestichezza con gli stack profondi che consentono un gioco più complesso e intrigante visto l’ampio spazio di manovra a disposizione dei giocatori.

Normalmente i tornei si cominciano con 100/200 big blind, salvo le strutture ultra-deep, per arrivare al termine dell’early stage con un average stack che va dagli 80 big blind in su.

In early stage i range in gioco sono tendenzialmente più larghi rispetto a una fase avanzata dove si gioca sulle uova con una media di 20/30/40 bui, motivo per cui i più esperti nel giocare il board potrebbero far valere la loro edge e accumulare chip sufficienti per presentarsi con uno stack importante nella fase successiva del torneo.

Middle Stage

La fase intermedia dei tornei è quella che precede lo scoppio della bolla e prosegue finché non si arriva a pochi tavoli left.

In genere gli stack medi oscillano tra i 40 e gli 80 big blind – parliamo ovviamente di tornei con una struttura standard, quindi né turbo né hyper turbo – col gioco che subisce un pesante rallentamento in prossimità della zona bolla.

Il motivo è molto semplice: terminare la corsa fuori dai premi non fa piacere a nessuno e i giocatori tendono a restringere ulteriormente i loro range in attesa che qualcun’altro venga eliminato.

Discorso diverso invece per i big stack, che in questa fase possono permettersi di esercitare maggior pressione su chi non naviga in acque tranquille ed eventualmente incrementare il proprio vantaggio in chip.

I range in gioco nella fase intermedia cambiano proporzionalmente al rapporto stack/blind e sarà più probabile vedere dei colpi con stack molto diversi tra loro in gioco rispetto all’early stage, dove lo stack medio consente ancora tanta giocabilità.

Late Stage

L’obiettivo di chiunque si iscriva a un torneo multi tavolo: arrivare in late stage e, possibilmente, centrare il tavolo finale.

Questa è indubbiamente la parte più delicata ed emozionante del torneo. Gli stack medi si assottigliano con l’avvicinarsi del tavolo finale e gli scalini del payout cominciano a farsi consistenti.

Ogni decisione ha un’importanza capitale perché in questo frangente le chip in gioco hanno un effettivo valore monetario (Se vuoi approfondire la differenza tra Chip EV e $ EV (DAI UNO SGUARDO A QUESTO ARTICOLO).

Saper giocare la late stage è fondamentale se si vuole ambire a guadagnarci qualcosa col giochino: le dinamiche di gioco cambiano enormemente rispetto alle fasi precedenti, senza contare che più il field si restringe e più sarà probabile incontrare dei giocatori preparati, sia in termini di mera esperienza al tavolo che in quanto a skill.

Per il resto, inutile dirlo, i tornei non si vincono certo a colpi di sfortuna…E allora mega GL a tutti per le vostre late!

Se vi siete persi la nostra rubrica sulle strade di gioco DATE UNO SGUARDO QUI!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari