Monday, Sep. 28, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Mar 2020

|

 

Kurganov vs O’Dwyer, quando il tribettato 7 left è dettato da history e ICM

Kurganov vs O’Dwyer, quando il tribettato 7 left è dettato da history e ICM

Area

Vuoi approfondire?

Oggi raccontiamo un tribettato tra top player andato in scena in una situazione di gioco delicata: il torneo è infatti al Tavolo Finale, ma la bolla in the money deve ancora scoppiare perchè dei sette giocatori rimasti in corsa, su 37 iscritti, andranno a premio solamente cinque.

Il torneo è il PartyPoker Millions Super High Roller da 25.500$ di buy-in andato in scena a Nottingham a inizio gennaio.

I protagonisti dello spot: Steve O’Dwyer, che chiuderà poi in quinta posizione per 75.700$ e Igor Kurganov, che alzerà bandiera bianca solamente in heads-up contro l’australiano Kahle Burns (222.500$ di premio per il russo fidanzato di Liv Boeree).

 

La mano

Il torneo è a 7 left, blinds 60.000-120.000 con bb ante 120.000.

O’Dwyer, con uno stack di 5.545.000, apre x2,5 da bottone AQ, Kurganov da small blind ha uno stack di 7.185.000 e tribetta 1.020.000 con KT, chiama O’Dwyer.

Flop K74 Kurganov prosegue 575.000, call

Turn 5 Kurganov spara la seconda a 1.700.000, call

River 7 Kurganov check, O’Dwyer checka dietro con Asso alta e vede le chips andare all’avversario.

Kurganov accumula e diventa momentaneo chipleader mentre lo statunitense precipita al penultimo posto del count.

Ecco la grafica riassuntiva con tutta la action della mano:

mano odwyer kurganov

clicca per ingrandire

 

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

L’analisi

Il torneo si trova in una situazione particolare con forti implicazioni icm. Dei sette rimasti in gioco Leon Tsoukernik ha 5bb e ci sono altri giocatori più short di O’Dwyer.

Fattori che spostano non poco nella mancata fourbet preflop dello statunitense. In questa dinamica di gioco da late position, se O’Dwyer andasse ancora sopra, trasformerebbe in bluff una mano di assoluto valore, visto che di fronte a un eventuale all-in in 5bet di Kurganov sarebbe quasi certamente costretto a foldare.

Ma soprattutto, dopo aver aperto da bottone, O’Dwyer sa bene che Kurganov ha un range di tribet molto ampio da small blind: il call mira anche a tenere dentro tutto ciò che il forte avversario folderebbe su una sua fourbet.

Flop

In questa strada la action è abbastanza standard. Kurganov trova la top pair con kicker medio, ma la sensazione è che per i fattori icm di cui abbiamo detto sopra non avesse bisogno di legare al flop per andare in continuation bet, anzi.

Anche il call di O’Dwyer, dopo il call preflop con cui ha sotto-rappresentato la sua mano, è standard. Un fold qui significherebbe regalare chips.

 

Turn

In questa strada le cose si fanno davvero interessanti, a iniziare dalla puntata di metà piatto di Kurganov: dalla size sembrerebbe che il russo voglia estrarre valore, magari da qualche underpair con cui pensa che O’Dwyer possa seguire (88-JJ/QQ, tipo).

Ma i livelli di pensiero in questo spot tra campioni assoluti sono altissimi e noi comuni mortali vi possiamo accedere solo in parte. Di sicuro è anche una questione di frequenze.

Nel call turn di O’Dwyer, molto probabilmente, rientra anche l’history sull’avversario, visto che i due si conoscono a menadito.  O’Dwyer sa che Kurganov non è uno che tira il freno a mano quando c’è da mettere pressione.

 

River

Con un’altra puntata al river però il russo assegnerebbe alla propria mano un valore superiore a quello che in realtà ha (ovvero, in gergo, ‘overvaluerebbe’ la sua mano).

O’Dwyer dal canto suo checka dietro evidentemente convinto proprio in base alla history di avere valore di showdown con il suo Asso alta second kicker.

Secondo voi Kurganov avrebbe chiamato una puntata o uno shove river? Voi come avreste giocato la mano al posto di O’Dwyer? Ditecelo su Facebook!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari