Monday, Oct. 26, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 16 Lug 2020

|

 

Rilanciare al river in bluff: una mano di Steve O’Dwyer

Rilanciare al river in bluff: una mano di Steve O’Dwyer

Area

Vuoi approfondire?

Il bagaglio tecnico di un giocatore professionista di poker è composto da azioni che difficilmente si ritrovano in quello degli amatori.

Tra queste c’è di sicuro il rilancio al river in bluff. Di solito, infatti, il raise in ultima strada denota una mano di forza estrema.

Una prerogativa dei poker pro è però quella di rendersi poco leggibili e di bilanciare le giocate: se un professionista rilanciasse in ultima strada solamente per valore, per gli avversari diventerebbe un libro aperto e a lungo andare non otterrebbe altro che far loro foldare le mani peggiori e farsi chiamare da quelle migliori (quindi nuts).

Vediamo un esempio di rilancio river in bluff messo in atto da Steve O’Dwyer lo scorso maggio al Super High Roller SCOOP da 25.000$ di buy-in.

 

La mano

Il torneo è a tre left, su blinds 40.000-80.000 ante 10.000, con uno stack di 6.045.597 chips, Steve ‘Mr. Tim Caum’ O’Dwyer apre da bottone 192.000 con A8.

Da grande buio, con 7.599.561 chips, Chun ‘SamRostan’ Lei Zhou chiama con 22.

Flop 432 Zhou check-chiama la cbet di O’Dwyer dimensionata a 136.000.

Turn 7 Zhou check, O’Dwyer check.

River 7 Zhou bet 225.060, O’Dwyer rilancia a 880.000, Zhou va ancora sopra a 2.321.880, O’Dwyer folda.

Dopo questa mano ‘SamRostan’ diventa chipleader mentre lo statunitense resta col più esiguo degli stack in gioco.

O’Dwyer vincerà poi il torneo sconfiggendo in heads-up Andras ‘probirs’ Nemeth mentre ‘SamRostan’ chiuderà in terza posizione.

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Analisi

L’apertura preflop di O’Dwyer in three-handed è standard, così come lo è il call di Zhou. Una linea più aggressiva potrebbe portare a tribettare la coppietta, ma così facendo, fuori posizione, contro un giocatore skillato come lo statunitense si complicherebbe non poco la gestione del postflop.

Anche flop e turn sono standard. Il river è la strada fondamentale: quando Zhou esce puntando circa un terzo del pot, O’Dwyer spara il raise con Asso carta alta.

Questa è una move sopraffina probabilmente basata sulla convinzione che dopo il check behind del turn, il giocatore di Macao possa uscire in puntata con un ampio range di carte che sono pronte a foldare al suo raise.

Evidentemente O’Dwyer ha pensato che Zhou potesse uscire in bettata con qualche coppia bassa che avrebbe potuto foldare davanti a un rilancio: va da sè che se avesse creduto di essere buono con Asso carta alta, si sarebbe limitato al call.

Sul rilancio di O’Dwyer Zhou va ancora sopra con il suo bottom full, probabilmente pensando che O’Dwyer potrebbe chiamare con una scala o con un trips. In quel caso sarebbe stato interessante vedere che decisione avrebbe preso ‘Mr. Tim Caum’, che invece folda immediatamente.

 

Video

Ecco il video-replay del Tavolo Finale in cui si è materializzato il rilancio al river in bluff di O’Dwyer.

 

 

 

Foto di Danny Maxwell – PokerNews

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari