Tuesday, Aug. 4, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 9 Giu 2012

|

 

WSOP 2012 – Dario Alioto: una mano da foldare nel torneo Stud Hi-Lo

WSOP 2012 – Dario Alioto: una mano da foldare nel torneo Stud Hi-Lo

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Evento #15 delle WSOP 2012: torneo Stud Hi/Lo Split 8 or better da 5.000$. Dario Alioto, capitano del Sisal Poker Team Pro, è impegnato in una mano particolare dove parte con una coppia di K accompagnata da un sei che la rendono suited. Seguiamo il thinking process di Dario basato sull’action dell’avversario e sulle carte che sono state foldate dagli altri giocatori per capire quando è giusto proseguire nell’azione oppure rinunciare al piatto nonostante si debba investire una cifra irrisoria essendo il gioco di tipo limit.

Dario ha K6 coperti e un K scoperto. Un K e un 6 sono dello stesso seme. Apre il gioco un signore che ha un asso scoperto, e Dario gioca.

Davanti a me foldano diverse carte basse, che è una cosa buona quando a Stud Hi/Lo hai una mano vulnerabile come la mia. Un asso ce l’ha anche Barry Greenstein, che folda. Essendoci due assi scoperti, questo rende improbabile che un giocatore possa decidere di rappresentare gli assi.

In quarta strada a Dario entra un tre, all’avversario un sette. Oppo effettua una small bet, Dario chiama.

Decido di chiamare con il plan di foldare se non improvo la mia mano.

A Dario arriva un tre, all’avversario un quattro. Check-call di Alioto.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ho una doppia con K33 esposti, mentre lui ha esposto A74. Decido per il check-call anche se posso fargli due assi con un possibile low draw perché il piatto è grande e le pot-odds sono troppo favorevoli: se questo fosse un gioco pot-limit, e il mio avversario potesse puntare almeno metà del piatto, mi manderebbe via. Ma in questo caso non posso foldare.

La sesta carta di Dario è un Jack, all’avversario arriva un due. Qua Dario decide di abbandonare la sua mano sulla puntata dell’avversario: check-fold.

A questo punto ritengo di avere implied odds negative. Probabilmente oppo ha già vinto mezzo piatto con il low, e se ha anche una doppia agli assi non vincerò neanche l’high. L’unica situazione dove dovrei chiamare è nel caso in cui lui abbia qualcosa dentro come A9, in quel caso avrebbe coppia d’assi e low draw. Tuttavia, in una situazione del genere, dovrebbe andare a prendere esclusivamente pochi out per non superare la mia mano, come un T o un K (di cui però io ne ho due). La maggior parte delle carte gli danno o il low, o la doppia coppia. Penso che l’85% delle volte sono rovinato in questo piatto. Se non sono già drawing dead, ho davvero pochi out per migliorare. Sapendo inoltre che dovrei callare non solo la bet in sesta strada, ma anche quella al river, opto per un saggio fold. Magari al cash game avrei potuto chiamare, ma in un torneo preferisco evitare giocate ad alta varianza, perché ci vuole molta fortuna, e non punto su questo fattore per vincere i tornei.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari